Huawei Video debutta ufficialmente in Italia, Netflix è avvisato

Huawei Video arriva in Italia
Huawei Video arriva in Italia con i suoi film e serie TV a 4,99 euro al mese. Per accedervi è sufficiente avere uno smartphone con EMUI 5.0 o superiore. I primi tre mesi sono gratuiti

Huawei Video, la piattaforma di streaming dell’omonimo produttore di smartphone, arriva ufficialmente in Italia. Il colosso di Shezhen per il suo debutto nel Belpaese ha stretto accordi con Sony Pictures Home Entertainment, Rai Com, Videa, CG Entertainment, Entertainment One (eOne), Zoomin, Vice, Thema, Discovery, Fox Networks Group e Nexo Digital per l’offerta in noleggio. “Un anno fa abbiamo fatto una promessa ai nostri utenti, quella di creare un ecosistema di servizi a 360°, per garantire un’offerta ricca e completa. Huawei Video è la dimostrazione degli sforzi e degli investimenti che la nostra azienda sta conducendo per ampliare i propri servizi di intrattenimento. Grazie a partner importanti e selezionati, siamo in grado di proporre una gamma di contenuti di alta qualità direttamente sui device Huawei mobile, ogni volta che i nostri consumatori lo desiderano, in mobilità o a casa”, ha detto Isabella Lazzini Retail & Marketing Director Huawei CBG Italia.

Huawei Video è disponibile ad un costo di 4,99 euro al mese e offre la visione in qualità Full HD di serie TV, film e documentari raccolti in un ricco catalogo che verrà aggiornato a cadenza settimanale. L’azienda cinese offre l’accesso gratuito alla piattaforma per 3 mesi a chi si iscrive entro il 3 novembre ma ha anche previsto un sistema di noleggio della durata di 48 ore. L’unico requisito è quello di disporre di uno smartphone o tablet Huawei e Honor, brand che non si separerà dalla casa madre nonostante le voci, dotato di EMUI 5.0 o superiore.

Leggi anche:  Al via Amazon Prime Day 2018: tutte le anticipazioni sulle offerte

Huawei ha quindi scelto di aggredire il mercato dello streaming con un’offerta decisamente low cost rispetto a quella di Netflix, che continua a crescere nei ricavi ma rallenta sul piano dei nuovi clienti. Ovviamente la piattaforma di Los Gatos ha il vantaggio di poter essere utilizzata su qualsiasi smartphone e non solo su quelli del terzo produttore mondiale di smartphone.

Ma nomn è finita, ad aggiungersi agli avversari, potrebbe essere addirittura Apple, che dopo i rumors ha confermato di voler scendere nel campo dello streaming TV, seppur con un’offerta peculiare rispetto ai competitor.