La nuova piattaforma di streaming TV di Apple arriva nel 2019

La piattaforma di streaming TV di Apple arriva nel 2019
Apple sfiderà Netflix l'anno prossimo con una sua piattaforma di streaming per film e serie TV

Apple potrebbe portare la sua piattaforma per la trasmissione in streaming di film e serie TV in 100 Paesi entro il 2019. Il servizio potrebbe essere un’esclusiva degli utenti della Mela

Non manca molto al debutto ufficiale della piattaforma di Apple dedicata allo streaming di film, serie TV e produzioni originali. Stando a quanto riportano The Information e Bloomberg, affermano che il servizio sarà pronto nel 2019 e sfiderà apertamente concorrenti di primo piano come Netflix e Amazon Prime Video. Il portale sarà accessibile negli Stati Uniti entro il prossimo giugno e progressivamente nei mesi successivi in altri 100 Paesi, Italia compresa. La piattaforma in questione dovrebbe configurarsi come una sorta di hub in cui sarà possibile iscriversi a singoli network televisivi come CBS, HBO e altri in modo simile a quello offerto da Amazon Channels. Si vocifera inoltre che le produzioni originali di Apple potrebbero essere proposte gratuitamente. Ovviamente l’offerta sarà differente a seconda della nazione a seconda delle licenze che la Mela riuscirà ad acquisire. L’obiettivo resta quello di permettere agli utenti di accedere ad una ricca offerta video senza dover scaricare ogni singola app per abbonarsi a questi servizi.

Per quanto riguarda questo servizio di streaming, si parla anche dalla possibilità che sia sottoscrivibile solo da chi possiede un dispositivo realizzato da Apple. Questa potrebbe essere un’importante limitazione di cui Netflix potrebbe avvantaggiarsi. Nel mondo infatti i terminali che utilizzano Android come sistema operativo sono l’85% del totale mentre iOS si ferma ad una quota di mercato che sfiora il 15%. Apple comunque punta forte su questo servizio, tanto da aver investito ben 1 miliardo di dollari nel 2018 per realizzare le sue produzioni originali. Non solo, la Mela ha deciso di non turbare la sensibilità dei suoi telespettatori proponendo solo film e serie TV in cui sesso, violenza e volgarità sono ridotti al minimo.

Leggi anche:  C’è Alibaba dietro l'app di propaganda del Partito Comunista Cinese