Minsait per i Musei Vaticani: al via un nuovo sistema digitale integrato

Minsait per i Musei Vaticani: al via un nuovo sistema digitale integrato
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il sistema migliorerà la sicurezza dei visitatori, contribuendo alla protezione delle infrastrutture e alla miglior conservazione delle migliaia di opere d’arte esposte

Minsait, società di Indra leader nella consulenza negli ambiti della Digital Transformation e delle Information Technologies in Europa e America Latina, è il partner chiave per la digitalizzazione dei Musei Vaticani, uno dei luoghi più visitati al mondo. La società sta infatti implementando il sistema volto a integrare i servizi dei musei, migliorando la protezione delle opere e la sicurezza dei visitatori.

L’innovativo progetto è stato presentato durante il Convegno “La conservazione preventiva nei grandi musei. Strategie a confronto” tenuto recentemente presso i Musei Vaticani con la partecipazione dei principali musei al mondo.

La tecnologia di Minsait consentirà di integrare all’interno di un’unica piattaforma i sistemi di sicurezza dei Musei Vaticani in modo da avere una visione completa delle attività che si svolgono all’interno dei loro spazi, consentendo una gestione intelligente e ottimizzata dei flussi e degli ambienti migliorandone la sicurezza.

Il progetto fa parte di un piano che si svilupperà nell’arco di cinque anni rivolto anche al miglioramento dei servizi offerti al pubblico e che vede direttamente coinvolte, oltre ai Musei Vaticani, la Direzione dei Servizi di Sicurezza e Protezione Civile, la Direzione dei Servizi Tecnici e la Direzione delle Telecomunicazioni tutte facenti capo al Governatorato dello Stato della Città del Vaticano.

Il complesso sistema di sensori già in uso presso i Musei Vaticani sarà ampliato nel numero e nella tecnologia e integrato nella piattaforma fornendo utili elementi anche ai sistemi di sicurezza e gestione.

Un team di esperti Minsait negli ambiti Smart Security e Smart Tourism ha già completato un primo studio definendo il piano di sicurezza che verrà implementato nei prossimi anni. Inoltre, sono già partiti i primi lavori all’interno dei Musei volti alla creazione di un Datacenter che riceverà le informazioni da tutti i sistemi integrando e centralizzando la gestione dei processi di sicurezza.

Leggi anche:  HPE aiuta l'EPFL a scoprire i segreti del cervello con il Blue Brain Project

Una complessa rete in fibra ottica, che si sviluppa già per più di 20 chilometri, connetterà il complesso sistema di sensori di controllo flusso, ambientali, la video sorveglianza e i sistemi di sicurezza, antincendio ed evacuazione. Attraverso di essa, la connettività wireless raggiungerà le migliaia di visitatori che ogni giorno godono delle bellezze dei Musei Vaticani fornendo non solo nuove esperienze di visita attraverso applicazioni dedicate ma anche un “safety place” da vivere.

“Integra Museum”, l’esperienza dei Musei Vaticani insieme alla tecnologia di Minsait

L’accordo raggiunto tra Minsait e Musei Vaticani prevede anche lo sviluppo congiunto di “Integra Museum”, un’innovativa piattaforma di digitalizzazione e sicurezza che sarà a disposizione dei musei di tutto il mondo.

La piattaforma unisce la conoscenza e l’esperienza dei Musei Vaticani con la tecnologia di Minsait, basata sulla piattaforma Integra, che incorpora la tecnologia più innovativa di Internet of Things, Big Data e Intelligenza Artificiale per la sicurezza e la gestione di flussi di pubblico.

Integra è una piattaforma di Physical Security Information Management (PSIM) che integra sensori e sistemi verticali in una sola interfaccia grafica consentendo la gestione unificata e coordinata della sicurezza e dei servizi offerti.

Un sistema digitale integrato di Safety & Security

Nella sua fase iniziale, il progetto prevede l’integrazione di tutti i sistemi di sicurezza e di gestione del flusso dei visitatori dei Musei Vaticani, che, grazie alla tecnologia di Minsait, diventa riferimento globale in termini di Safety & Security.

L’integrazione delle diverse fonti e sistemi consentirà di centralizzare il monitoraggio e la sorveglianza di tutti gli spazi, garantendo la diagnosi immediata di ogni situazione anomala in base all’evento rilevato, il luogo e il contesto in cui si è verificato e il numero di persone interessate.

Leggi anche:  Nvidia collabora con Volkswagen e Uber per l'AI dedicata alle self driving car

Inoltre, il pubblico godrà delle migliori garanzie in situazioni di emergenza grazie a un sistema digitale di segnalazione multimediale, in grado di canalizzare i visitatori in modo intelligente a seconda del livello di concentrazione delle persone in ogni sala, accelerando e automatizzando le procedure di evacuazione.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Hi-Tech