Facebook introduce il contatore per il tempo trascorso online

Facebook introduce il contatore per il tempo trascorso online
Facebook permette di sapere quanto tempo passiamo tra post e video per evitare di abusare del servizio

Facebook ha introdotto un contatore che consente di monitorare il tempo trascorso sul social network e di limitarne l’uso per evitare gli eccessi che portano alla dipendenza

Facebook si allinea alla tendenza generale per quanto riguarda l’abuso di tecnologia. Molti studi infatti confermano che passiamo troppo tempo online e che i social network se utilizzati in modo eccessivo possono avere effetti negativi sulla salute portando anche alla depressione e a una percezione distorta della stima di sé. Per questo il social network ha introdotto un contatore del tempo trascorso sulla piattaforma, che consente di monitorare costantemente quanti minuti al giorno si passano tra post, articoli, foto e video condivisi sul servizio di Menlo Park. Questo strumento consente anche di limitarne l’uso in modo da evitare la dipendenza. Per accedere al contatore dalle app per iPhone e Android è sufficiente cliccare su “Impostazioni e privacy” e selezionare l’apposita voce “Tempo trascorso su Facebook”. All’utente verrà presentato un report dettagliato dei minuti complessivi trascorsi sul social network nell’arco degli ultimi 7 giorni e una media settimanale. Per limitarne l’utilizzo bisogna invece impostare la soglia massima tramite la voce “Imposta un promemoria giornaliero”. Nel caso l’utente ecceda nella sua esperienza social rispetto ai piani riceverà una notifica ma potrà comunque continuare a navigare sulla piattaforma.

Lo stesso tipo di strumento offerto da Facebook, il cui CEO Mark Zuckerberg ha negato la possibilità di dimettersi nonostante i numerosi scandali sulla privacy, è stato introdotto anche da Instagram settimana scorsa. Anche Apple e Google hanno introdotto una funzione simile sui loro smartphone che permette di misurare il tempo trascorso utilizzando il telefono e le singole app. L’obiettivo è sempre quello di ridurre la dipendenza tecnologica.

Leggi anche:  Domini ".it": Toscana terza regione per penetrazione internet