Samsung mostra il suo smartphone pieghevole senza svelarne i segreti

Samsung mostra il suo smartphone pieghevole senza svelarne i segreti
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Samsung ha mostrato brevemente a San Francisco uno smartphone in grado di ampliare la superficie dello schermo fino a diventare un tablet. Il dispositivo consente inoltre di utilizzare tre app contemporaneamente

La Developer Conference di San Francisco potrebbe segnare uno spartiacque nel mondo smartphone. Ieri infatti Samsung ha sorpreso tutti mostrando per la prima volta il suo dispositivo con display pieghevole durante l’evento. L’azienda coreana non è scesa nei dettagli ma ha comunque rivelato qualche caratteristica del pannello Infinity Flex Display, in grado di passare a piacimento da una configurazione a smartphone a quella di un tablet da 7,3″. Questo tipo di tecnologia consentirà di utilizzare fino a 3 app in contemporanea e grazie alla collaborazione con Google, che ha promesso che a breve Android supporterà nativamente gli schermi pieghevoli, verrà proposta agli utenti un’interfaccia ottimizzata a prescindere dall’ampiezza dello schermo. Samsung non ha voluto spiegare nulla in merito alle caratteristiche tecniche dello smartphone e nemmeno ha confermato con quale nome sarà immesso sul mercato. Maggiori informazioni su quello che oggi è conosciuto come Galaxy X arriveranno comunque durante un evento dedicato in programma nel corso del 2019.

Mentre il pubblico della Developer Conference è rimasto con l’amaro in bocca, Samsung ha colto l’occasione per annunciare il lancio del kit di sviluppo per Bixby, che consente di creare nuovi servizi con l’intelligenza artificiale integrata (Bixby capsules) che verranno poi distribuiti tramite il negozio Bixby Marketplace. Inoltre, l’assistente personale molto presto supporterà altre 5 lingue (inglese britannico, francese, italiano e spagnolo). L’azienda coreana ha poi svelato altre novità riguardanti l’Internet of Things come la disponibilità di SmartThings Developer Workspace, una suite di strumenti per realizzare soluzioni per gli oggetti connessi. “È una piattaforma che permette di sviluppare servizi di Iot per i consumatori, in un ambiente unico”, ha spiegato Jaeyeon Jung, vicepresidente del Service security technologies group di Samsung.

 


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Leggi anche:  Samsung prepara il suo Galaxy X per novembre
Categorie: Hardware
Tags: fact, hoot, Samsung