YouTube su Nintendo Switch, domani è il giorno

YouTube su Nintendo Switch, domani è il giorno
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’8 novembre è il giorno in cui il player di Google sbarcherà sulla piattaforma di gaming mobile di Nintendo

Per un dispositivo con uno schermo panoramico e accogliente, dotato di gamepad, non potersi godere i video di YouTube è un sacrilegio. Per questo, Google ha deciso di lavorare sodo nei mesi scorsi per portare la compatibilità della sua piattaforma sulla Nintendo Swtich. E dopo una serie di attese e indiscrezioni, ora abbiamo la conferma: i player sbarcherà sullo store dell’azienda domani, 8 novembre.

Certo, le possibilità di fruizione sulla console portatile sono minori, vista l’assenza dell’antenna 4G e il solo Wi-Fi a supportare le connessioni, ma in questo modo YouTube si aprirà ad un pubblico più vasto, magari che non ha tra le mani uno smartphone ma solo la Switch per giocare. Da qui il rischio che passino per il display contenuti non appropriati per alcuni utenti ma è probabile che Google semplifichi l’attivazione del parental control, così come si può fare su altri aggeggi smart.

Come sarà

Ad ogni modo, il probabile arrivo di YouTube su Switch è un cambio di passo importante per Nintendo, che solo qualche mese fa aveva confermato di voler dedicare alla console solo contenuti videoludici e nient’altro. La compatibilità di un’app di streaming di tale portata, certifica invece l’interesse verso altre direzioni, che non è detto non si traducano un domani in qualcosa di maggiore, magari client musicali o video proprietari.

De resto, è il marketing a farla da padrone e per un prodotto che ha bisogno di accelerare sulle vendite per raggiungere presto quota 20 milioni di unità in un anno, ogni strategia volta a portare nuovi utenti è buona. Il futuro della Switch sarà magari più social e vicino alle esperienze su smartphone? Probabile ma ad oggi non bolle nulla di concreto in pentola.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ci risiamo: dati sensibili degli USA su un server AWS aperto
Categorie: Web e Social
Tags: fact, Google, hoot