Xiaomi progetta di triplicare il numero di Mi Store in Europa

Xiaomi progetta di triplicare il numero di Mi Store in Europa

Xiaomi ha confermato che entro la fine dell’anno verranno aperti altri 100 negozi flagship Mi Store in Europa oltre ai 50 già attivi

Xiaomi ha conquistato buona parte del mercato autoctono e alcuni paesi chiave come l’India, ma l’obiettivo è quello di espandersi capillarmente in tutto il mondo. L’Europa gioca un ruolo chiave all’interno dello scacchiere mobile e l’azienda cinese ha deciso di aumentare la sua presenza nel Vecchio Continente in modo da sostenere quella larga fetta di utenti che hanno scelto i suoi prodotti. Il senior vice president di Xiaomi, Wang Xiang, ha dichiarato che entro la fine del 2019 verrà triplicato il numero di Mi Store europei, che passeranno quindi dai 50 punti vendita dell’anno scorso a 150. Il produttore, per quanto riguarda l’Italia, ha aperto i propri negozi al centro commerciale di Arese, Novate Milanese, Venezia e nell’aeroporto di Orio al Serio.

L’Europa è un mercato fondamentale per Xiaomi. Il brand cinese è quello che è cresciuto di più rispetto alle altre aziende top nel Vecchio Continente (+62% nel 2018) ed è il solo insieme a Huawei a non aver chiuso l’anno in negativo per quanto riguarda la distribuzione di smartphone. Una maggiore diffusione dei Mi Store, pensati non solo come vetrine per i prodotti ma anche come centri di aggregazione in stile Apple Store, potrebbe spingere ulteriormente le vendite.

 

Leggi anche:  ASC Investment acquisisce IDM Integra Document Management