Alaka’i Technologies svela Skai, il taxi volante

Alaka’i Technologies svela Skai, il taxi volante

La compagnia americana ha svelato il primo taxi volante al mondo alimentato da celle a combustione a idrogeno: una doppia rivoluzione per la mobilità

Probabilmente non lo vedremo per il momento ma Skai fa di certo la sua figura. Alaka’i Technologies, fondata nel 2006 nel Massachusetts, potrebbe non avere un nome di così alto profilo o investitori dal fascino altisonante ma questo non vuol dire che non abbia presentato qualcosa di teoricamente rivoluzionario per il settore della mobilità urbana. Skai è infatti il primo taxi volante al mondo a essere alimentato da celle a combustione a idrogeno, qualcosa che potrebbe cambiare per sempre il panorama dei trasporti.

Il taxi, che è stato ideato dalla società di proprietà di BMW, Designworks, fa a meno del carburante grazie alla possibilità di riutilizzo della combustibile con una percentuale del 95% (il restante 5% è riciclabile al 99%), con Alaka’i che afferma di consentire allo Skai di percorrere distanze di oltre tre ore di volo per un pieno di serbatoio, circa 480 chilometri. La destinazione d’uso? Per il momento, o comunque prima di un contesto consumer, le emergenze, la distribuzione di merce e settori correlati.

Dove potrà arrivare

Le celle a combustibile di Skai alimentano sei motori elettrici con ridondanza integrata e sollevano una cabina che può ospitare da quattro a cinque passeggeri. Skai non è ancora stato certificato dalla Federal Aviation Administration, ma il co-fondatore e CEO, Brian Morrison, ha espresso fiducia nel team esecutivo e ingegneristico della società che vanta personale della NASA, Raytheon, Beech Aircraft, McDonnell Douglas, Hughes, DayJet, SATSAir, Cirrus, Metro Aviation e Delta Airlines.

Vale la pena notare che Metro Skyway, una consociata di Urban Aeronautics, con base a Tel Aviv, ha annunciato nel 2017 che costruirà un taxi aereo alimentato a idrogeno che spera di decollare entro il 2022, ma che inizialmente funzionerà con carburante classico, lo stesso per gli aerei. Skai invece usa l’idrogeno dal primo giorno.

Leggi anche:  Q System One è il primo computer quantico venduto al pubblico