Lenovo presenta nuovi prodotti per l’edge computing e il data center

Gli scenari dell’IT prossimo venturo prevedono un aumento esponenziale dei dati da processare e dei dispositivi collegati tra loro: connettività ed edge computing sono i nuovi scenari di sfida che non troveranno Lenovo impreparata davanti alle esigenze delle aziende

Secondo IDC, entro il 2025 ci saranno 41,6 miliardi di dispositivi IoT connessi che produrranno 79,4 zettabyte di dati – un numero impressionante – per lo più derivati da tecnologie IoT e sistemi di video security. Le nuove tecnologie di connettività, leggi 5G, ma anche l’edge computing che porta l’elaborazione del dato fuori dai datacenter tradizionali verranno in aiuto delle aziende che, tuttavia, avranno bisogno di prodotti flessibili e potenti con i quali soddisfare le esigenze di elaborazione.

Ecco allora che per indirizzare queste sfide, per offrire smarter technology for all, Lenovo ha presentato nuovi prodotti, ideali in situazioni nelle quali è richiesta una maggiore potenza di calcolo, anche all’interno di spazi ristretti e difficili, consumando meno energia e garantendo una riduzione dei costi di esercizio. I nuovi prodotti che Lenovo ha presentato, tenendo come capisaldi della nuova offerta la semplicità di gestione, una piattaforma software defined che lascia ampia libertà di manovra a clienti e partner ed efficienza, vanno proprio in questa direzione. Due le nuove serie di prodotti, una dedicata all’edge computing – il ThinkSystem SE 350 – e l’altra, la ThinkSystem SR635 e SR655, più tradizionale e adatta ai datcenter centralizzati.

Il ThinkSystem SE350 è un edge server compatto e appositamente progettato per l’edge computing; grazie alle sue dimensioni contenute è ideale per l’installazione in spazi ristretti. Le sue caratteristiche operative ne consigliano l’uso anche in ambienti difficili – alte temperature, vibrazioni, polvere – e poco presidiati; il ThinkSystem SE350 infatti utilizza una tecnologia che distrugge i dati memorizzati nel dispositivo, se questo viene manomesso e supporta sia la connettività Wi-Fi, sia l’LTE (il modulo per la connettività 5G sarà reso disponibile a breve). Il prodotto sarà veicolato attraverso il canale distributivo che contribuirà a rendere la soluzione interessante per i clienti finali grazie alla possibilità di corredarlo con soluzioni applicative ad hoc, anche di terze parti.

Leggi anche:  Il nuovo iPhone rivoluzionario prende improvvisamente forma

L’altro annuncio riguarda invece due prodotti più tradizionali e concepiti per i datacenter centralizzati: si tratta dei Lenovo ThinkSystem SR635 e SR655, single-socket, dotati del processore AMD EPYC 7002 Series di nuova generazione. I due nuovi modelli permettono potenze di calcolo elevate, a livello dei prodotti dual socket, a prezzi contenuti, che ottimizzano il TCO (total cost of ownership) e colmano la lacuna di offerta nel segmento single socket di Lenovo. I ThinkSystem SR635 e SR655 sono progettati appositamente per gestire il flusso di dati, intensivo e in continua evoluzione, dei clienti che operano in settori quali video securiy, software-defined storage e network intelligence.

I nuovi prodotti permetteranno di ottenere prestazioni di livello a un prezzo migliore, con una maggiore efficienza energetica; inoltre i ThinkSystem SR635 e SR655 oltre a una maggiore produttività consentiranno di sfruttare una minore latenza e una densità di traffico maggiore, oltre a capacità su disco NVMe migliorate rispetto ad altri single-socket del mercato. Anche in questo caso particolare attenzione alle caratteristiche di sicurezza che si basano sulla piattaforma Lenovo ThinkShield, in grado di garantire processi di produzione sicuri e una protezione hardware embedded.