InfoCert presenta GoSign Grapho, la firma grafometrica inclusa in Dike GoSign

InfoCert presenta GoSign Grapho, la firma grafometrica inclusa in Dike GoSign

Con il nuovo GoSign Grapho, per la raccolta via tablet delle firme grafometriche, Dike GoSign si conferma la soluzione di firma digitale più completa

InfoCert (Tinexta Group) presenta GoSign Grapho, la nuova funzionalità che consente la raccolta della Firma Grafometrica su tablet d’uso comune, attivabile con Dike GoSign, la soluzione più completa per la firma digitale attualmente presente sul mercato. Grazie a questa nuova soluzione, InfoCert completa la propria offerta di firma digitale per i professionisti, le PMI e Grandi Aziende dando l’opportunità di digitalizzare tutti i processi che prevedono una firma.

“Dike GoSign si conferma l’ideale per professionisti, PMI e grandi aziende ed è l’unica soluzione di firma digitale ad essere davvero omnicanale: consente, infatti, di firmare e gestire digitalmente i documenti in qualsiasi formato, non solo da desktop, ma anche via web o tramite app mobile – dichiara Marco Di Luzio, Chief Marketing Officer di InfoCert di InfoCert (Tinexta Group) – Il suo valore si fonda sulla storia e sul successo di Dike, il software InfoCert di firma più utilizzato dagli italiani, con oltre un milione di utenti e decine di migliaia di transazioni al giorno. D’altronde, i benefici della digitalizzazione dei processi di firma sono immediatamente tangibili: basti pensare che consente di ridurre dell’85% il tempo di lavorazione delle pratiche”.

Con GoSign Grapho sarà molto più semplice la raccolta della firma in tutte quelle situazioni in cui non è possibile procedere con la sottoscrizione in digitale perché una o più parti coinvolte nel processo non hanno un certificato di firma qualificato e perché il costo, in caso di un’unica transazione, sarebbe elevato rispetto al risparmio generalmente garantito. È il caso, ad esempio, di un commercialista che deve far sottoscrivere a un cliente il mandato di incarico professionale, di una filiale bancaria che richiede la firma su una istanza di mutuo o di un ufficio che necessita del consenso al trattamento dei dati.

Leggi anche:  Siav presenta Smart Desk per favorire i processi digitali paperless

Con GoSign Grapho, per apporre la firma, non occorrono più apposite “tavolette” – finora indispensabili – ma bastano i più comuni tablet in circolazione: bisogna caricare i moduli o documenti da far sottoscrivere, s’impostano i dati del firmatario e i campi firma, si procede all’invio dei files sul proprio dispositivo, si apre l’App GoSign Grapho, si scaricano i documenti e li si fa firmare, inoltrandone automaticamente una copia al firmatario.

Come detto, GoSign Grapho rende Dike GoSign ancora più completa, ma è da sottolineare che già la versione “base”, gratuita e scaricabile online, assicura ben 30 utili funzioni. E, per esigenze specifiche degli utenti, sono disponibili due ulteriori licenze con funzionalità aggiuntive: GoSign Pro, per chi deve lavorare centinaia di files in un colpo solo (firma massiva), e GoSign Business, per chi vuole creare processi di firma in cui coinvolgere terze parti, realizzando così un vero e proprio libro firma digitale.

Con Dike GoSign si possono gestire documenti e pratiche ovunque e in ogni momento, anche senza dispositivi fisici di firma quali smart card o chiavette usb. La soluzione permette, inoltre, la verifica di tutti i file firmati anche se con firme straniere, l’apposizione di marche temporali con un semplice clic e la condivisione immediata dei files con chiunque si desideri (anche via PEC). Tutte le operazioni restano tracciate e sempre disponibili in un apposito archivio con cronologia che facilita la ricerca e la consultazione non solo delle pratiche correnti ma anche di quelle chiuse da tempo.

La user experience è semplice e appagante, anche grazie a una dashboard intuitiva da cui gestire tutto, ed è caratterizzata dagli alti livelli di affidabilità, sicurezza e compliance garantiti come sempre da InfoCert.

Leggi anche:  «Corrispettivi SMART», una soluzione digitale a vantaggio di commercialisti e esercenti