Versace primo brand a scegliere un’efficace soluzione per il distanziamento sociale

Versace primo brand a scegliere un’efficace soluzione per il distanziamento sociale
Ascolta l'articolo

I “safety pois” sono stati ora installati nell’headquarter di Porta Nuova e nello stabilimento di produzione del brand a Novara

Safety Pois interviene in aiuto dei dipendenti che nei prossimi giorni varcheranno le porte dell’headquarter milanese di Versace in zona Porta Nuova e dello stabilimento di produzione a Novara.

La necessità di ragionare su una nuova gestione degli spostamenti di persone all’interno di luoghi chiusi per evitare assembramenti e tutelare la salute e sicurezza personale, ha fatto scegliere al marchio della Medusa una soluzione semplice e originale per alcuni spazi del brand.

Safety Pois si presenta, infatti, come un semaforo comportamentale. Brevettato da un’azienda italiana, attraverso una segnaletica visiva a pavimento, indica in modo automatico ed efficace gli spostamenti che le persone possono seguire per mantenere la distanza di sicurezza da fermi e in movimento.

Un sistema di snodi segnalatori attraversa ora gli oltre 23.000 metri quadri del quartier generale milanese di Versace inaugurato lo scorso anno: pois brandizzati con lo storico logo di Versace, di diametro di 50cm di tre colori, verde, giallo e rosso, applicati sul pavimento a 1,50 mt l’uno dall’altro, creano una griglia di distanze di sicurezza che mostrano con chiarezza l’azione consentita: il rosso indica che è necessario fermarsi in attesa del proprio turno, il giallo corrisponde a una sosta breve di attesa e il verde dà il via libera.

“Sembra quasi un gioco invece è un vero e proprio strumento anti-Covid; una soluzione analogica di immediata lettura per tutti, che siamo orgogliosi un brand prestigioso come Versace abbia scelto di adottare per alcuni dei suoi edifici, a garanzia del totale rispetto delle norme sanitarie imposte dall’emergenza per tutte le persone che vi si muovono e lavorano all’interno” afferma Fabrizio Rametto, CEO di TCommunication e ideatore di Safety Pois.

Leggi anche:  Shanghai sta testando il riconoscimento facciale nelle farmacie