#Europeanmobilityweek: Satispay contribuisce a facilitare il cambio di abitudini di spostamento

#Europeanmobilityweek: anche Satispay contribuisce a facilitare il cambio di abitudini di spostamento
Ascolta l'articolo

Sempre più operatori della nuova mobilità urbana ed extraurbana scelgono l’innovativo servizio di mobile payment. Tra le nuove integrazioni Urbi e BIT Mobility

In occasione della 19° edizione della Settimana Europea della Mobilità, appuntamento dedicato a tutti coloro che si vogliono impegnare sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita delle nostre città, Satispay continua a portare tutta la sua innovazione, semplicità e sicurezza nel mondo della smart mobility.

Si riparte con slancio ma in sicurezza. In uno scenario di “nuova normalità” in cui da un lato crescono i timori per il sovraffollamento dei mezzi pubblici e, dall’altro, urge l’adozione di misure che promuovano un ambiente urbano inclusivo e privo di emissioni di carbonio, la smart mobility rappresenta infatti un settore sempre più strategico per il Paese e a livello globale. In particolare a seguito della pandemia da Covid-19, che ha imposto un rapido ripensamento e una trasformazione efficiente, sostenibile e responsabile della filiera della mobilità.

Ed è proprio nell’ottica di promuovere sistemi di mobilità sostenibili e inclusivi, favorendo anche il decongestionamento dei mezzi pubblici, che Satispay sigla nuovi accordi con altre due note società protagoniste nel settore della smart mobility: dopo MiMoto, il primo servizio italiano di scooter sharing elettrico, anche Urbi, l’app che aggrega i principali servizi di mobilità urbana e condivisa, e BIT Mobility, la piattaforma che mette a disposizione dei cittadini una flotta di moderni monopattini elettrici, scelgono l’innovativo servizio di mobile payment che sta rivoluzionando le abitudini di pagamento degli italiani.

Satispay si conferma ancora una volta la scelta perfetta per pagare senza pensieri e in maniera più rapida servizi di mobilità come Urbi, BIT Mobility e MiMoto, a cui si affiancano anche numerose compagnie di taxi in tutta Italia, oltre a operatori del settore più tradizionali come Trenord, e locali, come Bus Company, per offrire agli utenti un’esperienza di viaggio migliore e più completa, senza perdere di vista l’innovazione e la sicurezza delle transazioni.

Leggi anche:  Minsait sviluppa le tecnologie analitiche e IoT di PLATOON

Grazie all’integrazione con Satispay, che ha conquistato oggi in tutto il Paese oltre 1 milione e 200mila utenti, sarà possibile pagare il noleggio dello scooter, del monopattino elettrico, dell’auto o acquistare il biglietto del treno senza inserire password o numero della carta di credito, eliminando tutte le frizioni in una fase delicata dell’acquisto ed effettuando l’intero processo utilizzando soltanto il proprio smartphone.

“Siamo focalizzati su tutti gli ambiti in cui è evidente ed estremamente percepita la necessità di semplificare, e per questo da sempre guardiamo al settore della mobilità con grande attenzione. I nuovi accordi con Urbi e BIT Mobility ci consentono di fare un ulteriore passo in questo ambito, con l’obiettivo di operare come sistema di pagamento aperto a tutti i servizi di mobilità, sia quelli collegati ai veicoli condivisi, sia al trasporto pubblico locale. Vogliamo portare tutta la comodità di Satispay a chi vive i nuovi servizi di mobilità smart come un valore, nell’ottica in cui il futuro della mobilità urbana è nella condivisione e in modalità più sostenibili di affrontare i viaggi di tutti i giorni.” afferma Stefano De Lollis, Head of Online Business Development di Satispay.