Il nuovo mouse MX Anywhere 3 di Logitech ha un pulsante per Zoom

Il nuovo mouse MX Anywhere 3 di Logitech ha un pulsante per Zoom
Ascolta l'articolo

Attivare o disattivare audio e microfono sono operazioni oramai giornaliere, possibilmente da velocizzare al computer

Webcam, tastiere e mouse sono alcuni dei pezzi tecnologici più alla moda in questo momento, poiché molti continuano a lavorare da casa. La domanda di questi accessori è aumentata notevolmente dopo l’entrata in vigore delle restrizioni di quarantena e ora Logitech sta introducendo un nuovo mouse wireless nel mix. Il Logitech MX Anywhere 3 è il seguito del precedente, e molto apprezzato, Anywhere 2s e ha un vantaggio che può aiutare quelli di noi per i quali le videochiamate hanno sostituito le riunioni di persona: pulsanti laterali personalizzabili che controllano le impostazioni della videocamera e del microfono durante le chat video. Non è l’unica particolarità dei tastini laterali di Anywhere 3, ma è un’impostazione molto interessante.

Le nuove funzioni

Oltre alle azioni preimpostate, ne sono disponibili altre, dall’app per computer, tra cui scegliere quando si personalizza ogni pulsante nel software Logitech Options. Alcuni consentono di premere un pulsante laterale per avviare o interrompere il feed video o di disattivare e riattivare il microfono durante una videochiamata Zoom o Microsoft Teams. I profili delle app in Logitech Options non sono nuovi e rimangono limitati a una manciata di app tra cui Google Chrome, Adobe Photoshop, Microsoft Word e Final Cut Pro.

Questi profili permettono essenzialmente di mappare scorciatoie specifiche sui pulsanti del mouse o della tastiera. Le azioni più recenti sono particolarmente appropriate in tempi in cui si gestiscono al computer più riunioni che in passato, con l’esigenza di attivare o spegnere audio e video per certi momenti. Queste funzionalità sono esclusive di MX Anywhere 3 ma poiché fanno parte solo dei profili specifici delle app per Zoom e Microsoft Teams, anche il precedente MX Master 3 dovrebbe essere in grado di adottarle.

Leggi anche:  Al WWDC 2020 Apple svelerà al mondo i suoi chip per Mac