In Emilia Romagna i cassonetti per i Raee sono SMART

Nella Regione sono stati predisposti cassonetti per la raccolta dei Raee che seguono il percorso dei materiali da riciclo dal deposito allo smaltimento

I gruppi Hera, Ecolight e Fondazione spagnola Ecolum hanno portato i cassonetti intelligenti in Emilia Romagna. I depositi per la raccolta dei Raee previsti dal progetto sono considerati i più SMART d’Europa. La quinta edizione del Rapporto sullo smaltimento dei rifiuti elettronici in Italia ha stimato che siano stati riciclati 46 milioni di kg di Raee per gli 853 Centri di Conferimento solo a Milano. 

Identis Weee

Il progetto “Identis Weee”, in fase di sperimentazione in Emilia Romagna, prevede l’utilizzo di una tessera magnetica per aprire i contenitori per la raccolta di rifiuti elettronici. In questo modo si potrà conoscere l’entità dei materiali da riciclo e seguirne il percorso fino alle aree di smaltimento per non perdere neanche un grammo dei materiali riciclabili che contengono. Hera distribuirà la speciale card alle 19mila famiglie che hanno preso parte alla sperimentazione e in alcuni depositi, come quelli fuori dai punti vendita di Mediaworld, Leroy Merlin e Ikea, si potrà utilizzare la tessera sanitaria. I cittadini che ricicleranno in modo consono otterranno anche dei premi come buoni spesa. L’idea di incentivi per favorire la pratica del riciclo è stata adottata anche a Torino per la raccolta differenziata generalista.

Le tipologie di contenitori

I cassonetti bordeaux, posti in strada, sono adibiti ai piccoli elettrodomestici. Quelli presenti nei parcheggi di alcuni centri commerciali di Bologna, Ravenna, Ferrara e Rimini, potranno invece accogliere anche rifiuti elettronici più grandi come televisori, monitor, aspirapolvere e neon. I RaeeShop, la tipologia di contenitori più piccola, sarà posta all’esterno di alcuni negozi ed è adibita alla raccolta di radio, rasoi, frullatori, orologi, cellulari. In alcuni eventi speciali saranno anche utilizzati dei cassonetti mobili chiamati Raeemobile.

Leggi anche:  Hitachi fornisce al CNAO il suo Sistema di Terapia a Fasci Protonici

Per chi volesse fare del suo meglio per lo smaltimento dei rifiuti elettronici esiste un’app che aiuta a trovare i centri di raccolta più vicini come quelli realizzati da Ecolight.