Facebook pensa di aprire una sede in Cina per la pubblicità

Facebook sta pensando di aprire in Cina una sede rivolta agli investitori pubblicitari. Il social network è ancora bloccato nel Paese

Facebook, dopo aver inaugurato la nuova sede di Milano, potrebbe aprire un ufficio commerciale in Cina dedicato agli investitori pubblicitari. L’enorme utenza potenziale offerta dal Paese asiatico fa certamente gola al social network così come ad altri prima di lui (Apple e LinkedIn in primis). La piattaforma di Menlo Park attualmente ha già una sede rivolta alla pubblicità ad Hong Kong ma è bloccato in tutto il resto della nazione a parte l’area di libero scambio di Shanghai.

Facebook valuta una sede in Cina

L’indiscrezione era partita inizialmente da Bloomberg ma oggi la conferma è arrivata direttamente da Vaughan Smith, vice presidente di Facebook. “Stiamo esplorando modi per fornire più supporto locale – ha spiega il dirigente di Menlo Park – e potremmo considerare l’idea di avere un ufficio vendite in Cina in futuro”.

Al momento Facebook è ancora bloccato in Cina per impedire ai dissidenti anti-governativi di interagire senza controllo sulla piattaforma. Altri servizi di sua proprietà come Instagram e WhatsApp, che alcuni temono possa essere chiuso per favorire Messenger, sono invece liberamente fruibili dai cittadini cinesi.

Leggi anche:  Lutech acquisisce Finance Evolution