Google presenta la prima auto senza comandi che si guida da sé

Google ha presentato una vettura senza nome che non necessita di comandi manuali e si guida da sé

Da anni Google è all’avanguardia nello sviluppo di autonomous car ovvero le automobili senza pilota. Oggi il numero uno del progetto Self-Driving Car Project, Chris Urmson, ha presentato in un post sul blog ufficiale di Big G l’ultima soluzione in questo campo: una piccola vettura dal design fumettistico che si guida da sola e manca di comandi manuali. Esperimenti simili sono stati condotti anche da Volvo in Svezia.

“Basta un bottone”

Il prototipo di auto elettrica progettata da Google non è dotato di pedaliera per frenare o accelerare, freno a mano o volante. La vettura biposto è perfettamente in grado, grazie ad alcuni misteriosi sensori con un raggio d’azione di circa 200 metri in tutte le direzioni, di guidarsi da sola. “Basta premere il tasto go”, ha sottolineato Urmson. Per sottostare alle rigide norme USA sulla circolazione delle autonomous car la vettura di Google ha una velocità massima di 40 km/h.

L’avvenieristico veicolo realizzato da Big G, che con l’acquisizione di World Lens vuole migliorare la traduzione dei testi, è stranamente indirizzato agli anziani. “Si può fare un viaggio in centro all’ora di pranzo senza perdere venti minuti per trovare parcheggio, gli anziani possono mantenere la loro libertà anche senza possedere fisicamente le chiavi dell’auto”, ha continuato Umrson.

I primi 100 prototipi di questa tecnologia, dotati però di comandi manuali, saranno testati già questa estate. Il progetto pilota su strada sarà invece lanciato nel 2016 in California.

Leggi anche:  SAP Italia diventa plastic free