Apple: per l’iPhone 6 c’è l’accordo con Visa

Il nuovo melafonino servirà anche da mezzo di pagamento grazie all’integrazione di un borsellino elettronico

Si fanno sempre più fitte le indiscrezioni su alcune funzioni del prossimo iPhone 6 di Apple. Se è chiaro che sarà presente un lettore di impronte digitali migliorato, altri rumors parlano delle più fitte possibilità di integrazione nella vita quotidiana delle persone. Tra queste l’utilizzo dello smartphone come mezzo di pagamento, grazie all’introduzione dell’NFC, tecnologia già presente sui dispositivi della concorrenza ma non ancora su iPhone e iPad. Apple non è sola nella corsa ai pagamenti via mobile. Alla base del progetto ci sarebbe infatti già un accordo con Visa, per lo sviluppo di un vero e proprio portafoglio digitale con cui gestire gli acquisti.

Il futuro del commercio

Oltre al lavoro svolto dalla coopertativa leader nel mercato delle carte di credito, Apple potrà contare sull’utilizzo di un Touch ID più efficiente, come strumento di sicurezza per gli utenti. Alla stregua di quanto accade oggi con il Galaxy S5 di Samsung, con cui è possibile effettuare acquisti digitali sfruttando la connessione con PayPal attraverso lo scanner di impronte, anche l’iPhone 6 permetterà di concludere acquisti senza digitare nomi utente e password, sfruttando semplicemente le proprie dite (registrate in precedenza su iOS 8). Probabilmente lo stesso metodo verrà utilizzato per sbloccare il pagamento via NFC e il relativo addebito sul conto abbinato.

Leggi anche:  Corvallis (Tinexta Group) acquisisce LAN & WAN Solutions e un ramo d'azienda di Teknesi