Device mobili personali, realtà e pregiudizi

Sul mercato si affollano fornitori di soluzioni mobili, ognuno con un’offerta distinta; spesso però questa varietà di soluzioni finisce per rendere ancora più complesso e frammentato l’ambiente IT, favorendo la diffusione di pregiudizi sulla strategia mobile.

Pregiudizio n.1: per il BYOD è sufficiente una gestione di tipo tradizionale

Il BYOD (Bring Your Own Device) è in cima all’elenco delle preoccupazioni dell’IT per la sicurezza. Ma come si controlla il comportamento dei dati memorizzati nei dispositivi? I dipendenti esigono soluzioni che permettano di isolare i dati personali da quelli aziendali e per superare i limiti delle tradizionali soluzioni di gestione dei dispositivi portatili, ai responsabili IT serve un’unica soluzione che gestisca, protegga e amministri tutti gli endpoint, siano essi di proprietà dell’azienda o dei dipendenti. Al contempo gli utenti possono contare su app facili da usare per accedere agli strumenti di produttività aziendale, senza però limitare la privacy. Dell Enterprise Mobility Management (EMM) è una soluzione unificata e completa in grado di fornire funzionalità per la gestione e la sicurezza degli endopoint.

Pregiudizio n.2:  i tablet in azienda sono solo un accessorio in più

I tablet per uso privato non sono mai stati adatti a un uso professionale. Diverso è il caso dei tablet di classe aziendale come i Dell Venue Pro in grado di garantire produttività e sicurezza. Tastiere complete e docking integrabili, ampia autonomia, design robusto, facilità di gestione aprono le porte a innovativi scenari di utilizzo.

Pregiudizio n.3: la mobilità è nemica della sicurezza nelle organizzazioni più regolamentate

La mobilità è sempre stata sinonimo di rischi maggiori per le imprese, in particolare per quelle di settori regolamentati quali sanità, servizi finanziari e vendita al dettaglio. Per questi settori la virtualizzazione dei desktop è la soluzione più immediata e sicura per consentire all’IT di controllare i dispositivi, le applicazioni e i dati accessibili dai dipendenti. Poiché i dati sono memorizzati nel datacenter, l’IT può esercitare un controllo centralizzato sull’accesso a dati e applicazioni e garantire più facilmente la conformità alle normative. Gli utenti finali accedono alle applicazioni con facilità e in sicurezza da qualsiasi dispositivo, la gestione dei desktop diventa più efficiente grazie a processi di backup automatizzati e anche la distribuzione delle patch è molto più rapida.

Leggi anche:  Google Pixel Fold: nuove voci sulla data di lancio

Pregiudizio n.4: distribuire sul campo applicazioni specifiche di mansione è semplicemente troppo complicato

Di fatto, la maggior parte delle aziende dà device e soluzioni mobili a dipendenti che ne fanno un uso limitato, mentre in realtà sono i dipendenti che si occupano di mansioni mission critical a poter realizzare il maggior ritorno sull’investimento in mobilità. Stiamo parlando di persone che svolgono il proprio lavoro spostandosi in tutto il mondo, nell’ambito dei servizi sul campo, della produzione, della vendita al dettaglio e dell’assistenza sanitaria a domicilio. È dalla produttività di questi dipendenti che dipendono le sorti dell’intera azienda.

Per concludere, potrà passare del tempo prima che le aziende apprezzino appieno i vantaggi della mobilità, ma già oggi soluzioni di Dell per la mobility rendono possibili nuovi orizzonti, permettendo di massimizzare la produttività con soluzioni integrate, per tutti i dispositivi, le applicazioni, i dati e le reti.