WhatsApp diventa gratis per tutti

whatsapp crittografia

WhatsApp non chiederà più 89 cent l’anno a coloro che hanno scaricato l’app dopo il 2014 e hanno concluso la prova gratuita di 1 anno

Non tutti gli utenti di WhatsApp hanno potuto chattare gratuitamente, almeno fino ad oggi. Coloro che hanno scaricato l’app dopo il 2014 hanno infatti dovuto pagare un abbonamento annuale da 89 cent dopo i primi 12 mesi gratuiti per poter usufruire del servizio ma le cose presto cambieranno. L’app di messaggistica più popolare al mondo ha infatti scelto di diventare gratuita anche per questa categoria di utenti. Durante la Digital Life Design Conference di Monaco il CEO di WhatsApp, Jan Koum, aveva già ventilato la possibilità di eliminare l’abbonamento annuale.

“Nel corso della nostra crescita ci siamo resi conto che questo modello non ha funzionato bene.  – si legge sul blog ufficiale dell’app – Molti utenti non hanno la carta di credito e sono preoccupati di perdere il contatto con i loro familiari dopo il primo anno gratuito”. Come farà WhatsApp a guadagnare senza questa forma di abbonamento? L’idea è ricalcare il modello di business già utilizzato da Messenger, che recentemente ha raggiunto il traguardo degli 800 milioni di utenti mensili. La chat non inserirà la pubblicità all’interno della piattaforma ma sperimenterà “nuovi tool per permettere alle persone di comunicare con organizzazioni e aziende”. “Questo significa, ad esempio, ricevere dalla tua banca la comunicazione di una recente operazione fraudolenta o da una compagnia aerea l’informazione di un volo cancellato”, conclude l’azienda nell’annuncio della cancellazione dell’abbonamento.

Leggi anche:  I sette “must have” che gli utenti cercano in una piattaforma IoT