Così Apple cambierà lo schermo dell’iPhone 7S

iphone 7s plus italia

Ancora non abbiamo l’iPhone 7 ma c’è già una piccola certezza: la vera rivoluzione ci sarà con il modello successivo, nel 2017

Subito dopo l’estate Apple presenterà i prossimi iPhone, numerazione 7 e 7 Plus. Da più parti la convinzione è che non cambierà poi molti rispetto ai modelli attuali, un po’ come fatto da Samsung con i Galaxy S7 e S7 Edge. Lo sguardo va allora più in la, fino al 2017 quando la Mela dovrebbe svelare al mondo gli iPhone 7S e 7S Plus. Sarà la migliore occasione per dotare gli smartphone di un nuovo tipo di tecnologia che, secondo il ben informato sito Nikkei (testo in cinese ma potete tradurlo con Google), è oramai obbligatoria.

Scelta obbligata

Il passaggio cruciale sarà dagli schermi LCD agli OLED, gli stessi a bordo dell’Apple Watch. Proprio come visto nel caso dello smartwatch, la cosiddetta tecnologia “organica” permette di avere un dispositivo più sottile, luminoso e flessibile, cioè curvo fino a raggiungere gradi ora impensabili dagli LCD. Inoltre, gli OLED possono raggiungere intensità di neri più profonde, prolungando l’autonomia quando i pixel sono spenti. Un futuro del genere sembra inevitabile. Non si spiega altrimenti l’accordo, praticamente raggiunto, tra Apple, Samsung ed LG per una cifra vicina ai 12 miliardi di dollari, che permetterà a Cupertino di dotarsi dei display prodotti dalle due aziende. Non a caso la stessa Samsung e altri (come Motorola) hanno già scelto l’OLED per i loro terminali più recenti.

Leggi anche:  I monitor di grandi dimensioni Lenovo Thinkvision assicurano un efficace lavoro di squadra