Praim: nuovi modelli Zero Client ThinOX e nuovo sistema operativo Windows 10 IoT

Arricchito il portfolio con nuovi device verticali ottimizzati per Citrix, Microsoft o VMware e con l’aggiornamento del sistema operativo Microsoft Windows 10 IoT

Praim completa la gamma di Zero Client con l’inserimento di nuovi modelli ancora più performanti e con il nuovo sistema operativo Microsoft Windows IoT, per continuare  a rispondere in modo tempestivo ed efficace alle esigenze del mercato e dei clienti.

Nuovi modelli Zero Client ThinOX

Sfruttando le caratteristiche di ThinOX 10, Praim ha voluto spingersi oltre rilasciando modelli specificatamente progettati per le aziende che desiderano beneficiare al massimo delle potenzialità della tecnologia di virtualizzazione adottata per le proprie applicazioni e desktop.

I nuovi modelli sono caratterizzati da una configurazione guidata semplificata, che permette all’amministratore di impostare velocemente il dispositivo Zero Client, inserendo solo le informazioni necessarie all’architettura implementata. Il software è ottimizzato per fornire le massime prestazioni all’interno della propria infrastruttura di riferimento.

I nuovi modelli sono disponibili nella nuova serie Neutrino, Atomino Quad Core, Ultra Quad Core, e Duetto Quad Core Series, e saranno identificati dai suffissi HOR per VMware Horizon, RFX per Microsoft RDS e HDX per Citrix, con le seguenti specifiche di riferimento:

Zero Client VMware Horizon (N90-HOR, A90-HOR, U90-HOR e D90-HOR)

Integrano VMware Horizon Client 4.1 che supporta connessione con protocolli PCoIP ed RDP, supporto VMware Real Time Audio Video, protocollo di compressione e accelerazione grafica H.264 e USB redirection verso l’ambiente virtuale.

Zero Client Citrix (N90-HDX, A90-HDX, U90-HDX e D90-HDX)

Integrano Citrix Receiver 13.3 con supporto per accesso diretto al nuovo StoreFront e Netscaler tramite la nuova modalità SelfService User-Interface o via Web. Applicazioni e desktop pubblicati con Citrix XenApp sono rese disponibili, anche via Citrix NetScaler, sul desktop locale ThinOX, garantendo una user experience similare a quanto offerto dai desktop Windows. È inoltre garantito Supporto Unified Communications Citrix HDX RealTime Optimization Pack 2.1 per Microsoft Skype for Business.

Leggi anche:  TCL non rilascerà uno smartphone pieghevole quest'anno

Zero Client Microsoft (N90-RFX, A90-RFX, U90-RFX e D90-RFX)

Il supporto del protocollo Microsoft RDP 8.1 e RemoteFX garantisce ottime prestazioni in ambito Microsoft RDS 2008R2 e 2012R2, con particolare attenzione alla multimedialità. Supporto Remote Desktop Connection Broker, Remote Desktop Gateway, Remote Desktop Web Access, RemoteApp, Remote Desktop Session Host e Remote Desktop Virtualization Host.

“Abbiamo lavorato intensamente per sviluppare soluzioni di supporto che si integrino in modo completo con le tecnologie di virtualizzazione dei nostri partner, per consentire la massima interoperabilità e ottimizzazione, riducendo la complessità di gestione. Infatti, qualora un cliente necessitasse di una soluzione dedicata a una delle specifiche infrastrutture supportate, utilizzando questi modelli può beneficiare di una user experience da Zero Client, in grado di garantire l’evoluzione software verso l’infrastruttura, con il migliore rapporto prezzo/prestazioni.” dichiara Stefano Bonmassar, Chief Sales & Marketing Officer di Praim.

Windows 10 IoT Enterprise for Thin Client

Da sempre allineata all’evoluzione tecnologica, Praim si conferma la prima azienda a rendere disponibile sul mercato i nuovi modelli Thin Client dotati di sistema operativo Windows 10 IoT. I dispositivi saranno disponibili nelle serie Neutrino (N9012), Atomino Quad Core (A9014), Ultra Quad Core (U9014) e nel Thin Client all-in-one Duetto Quad Core (D9014), con configurazione 4GB RAM e disco flash da 64GB.

Il sistema operativo Windows 10 IoT riduce la complessità di integrazione con il pieno supporto di periferiche e altri dispositivi Windows, nonché con gli ambienti Microsoft Azure IoT services.

Nello sviluppo del sistema, è stata data grande importanza alla sicurezza, infatti oltre alla protezione del disco offerta dalla funzionalità di Unified Write Filter, che blocca la scrittura di informazioni, Windows 10 IoT offre anche un controllo granulare e completo dei dispositivi USB collegati. Il livello di sicurezza viene ulteriormente migliorato dalla presenza di sistemi di protezione nativa, quali Secure Boot, BitLocker, Device Guard e Credential Guard, che contribuiscono a prevenire i furti e le fughe di informazioni aziendali e facilitano la protezione dei dispositivi. In aggiunta, anche la funzionalità di Windows Defender contribuisce a incrementare la protezione di utenti e amministratori.

Leggi anche:  Il nuovo server Fujitsu PRIMERGY RX assicura il valore dei dati e fornisce insight più rapidi

Praim completa questo sistema operativo a 64bit con i propri punti di forza, quali l’immagine del sistema operativo UEFi che garantisce un boot estremamente veloce e la possibilità di utilizzare il nuovo sistema operativo Microsoft con l’interfaccia Agile. Grazie ad Agile l’amministratore potrà garantire il lockdown della postazione, lasciando all’utente un’interfaccia semplice che mette a disposizione solo le risorse necessarie.

“I nuovi modelli Windows 10 IoT garantiscono la massima flessibilità ai nostri clienti e sono in grado di integrare tutte le componenti software e driver di periferiche certificate per Windows 10. L’integrazione del nuovo sistema operativo con la modalità Agile Praim rende i nostri prodotti ancora più innovativi e performanti per l’accesso semplificato alle risorse in cloud, garantendo totale sicurezza e completo controllo da parte dell’ IT manager.” sottolinea Bonmassar.

Garantita, come in tutte le soluzioni Praim, la gestione centralizzata attraverso la console ThinMan che offre avanzate funzionalità di amministrazione, distribuzione delle configurazioni e software terze parti.

Le nuove soluzioni Thin Client Praim con Windows 10 IoT offrono inoltre l’integrazione dei più recenti client di connessione verso le infrastrutture Microsoft (RDP 10), Citrix (Receiver 4.4) e VMWare Horizon (Horizon Client 4.1).