Apple Watch: basterà il battito per autenticarsi

apple watch medicina

Apple ha brevettato un sistema che consentirà ad Apple Watch di riconoscere l’utente analizzandone il battito cardiaco

Uno dei maggiori limiti di Apple Watch è la sua dipendenza da iPhone. L’azienda di Cupertino potrebbe avere risolto il problema con una nuova tecnologia che almeno apparentemente è legata all’ambito della salute. In questi giorni la Mela ha depositato un brevetto chiamato “User identification system based on plethysmography” che fornisce un nuovo uso al sensore a LED utilizzato per l’analisi del battito cardiaco.

Apple Watch è in grado di registrare quanta luce viene assorbita e riflessa dal polso per calcolare l’intensità del battito cardiaco. Grazie a questo brevetto le pulsazioni potranno diventare un sistema unico e affidabile per l’autenticazione. La circolazione sanguigna ha minime variazioni nell’arco del tempo e studiando le serie storiche è possibile utilizzarle per identificare l’utente in modo ancora più efficiente. Questo sistema potrebbe sostituire in via definitiva il Touch ID per i pagamenti di Apple Pay e l’autenticazione, rendendo Apple Watch finalmente libero dall’accoppiamento con iPhone. Teoricamente la tecnologia necessaria per questa operazione è già integrata all’interno dell’ultimo modello dello smartwatch ma come spesso succede con i brevetti non è detto che sarà effettivamente utilizzata dalla Mela in un futuro prossimo.

Leggi anche:  Il rover Perseverance ha trasformato aria di Marte in ossigeno respirabile