Non solo smartphone: dalla Cina l’ultrabook low-cost

Arriva da Shenzen, Chuwi, la compagnia che ha lanciato il primo portatile Apollo Lake di settima generazione a meno di 300 dollari

Sappiamo quanto i cinesi siano stati bravi a prendere spunto dalla tecnologia occidentale per donarle poi un tocco personale e invadere i nostri mercati. Dagli smartphone ai tablet, passando tanti altri oggetti hi-tech, oggi la concorrenza arriva tutta da Pechino e Shenzen e c’è da credere che sarà così per un bel po’ di anni. E proprio a Shenzen ha base Chuwi, azienda che ha presentato LapBook 14.1, il suo primo notebook con processore Intel Apollo Lake di settima generazione. La particolarità non è certo questa ma il prezzo: 299 dollari.

Come è fatto

Avete letto bene, per una cifra quasi irrisoria, ci si porta a casa un ultrabook con CPU N3450 e grafica integrata Intel HD di nona generazione. Ma non solo: il display da 14.1 pollici è un Full HD IPS, ha 4 GB di RAM DDR3, storage da 64 GB su memoria eMMC, batteria da 9.000 mAh, due porte USB e Wi-Fi di tipo dual-band. A impressionare sono le dimensioni, che pongono il dispositivo di diritto nella categoria degli ultraleggeri: 20 millimetri quando è chiuso, 9 millimetri lo spessore e un peso di appena 1,3 chili. Esteticamente assomiglia un bel po’ a un MacBook ,tranne per il fatto che monta Windows 10; anzi riesce anche a migliorare il concorrente più blasonato nel design, visto che ha una cornice intorno al display da 8 millimetri. Il lancio sul mercato di LapBook 14.1 è previsto per il 22 dicembre. Lo vedremo mai da noi? Stando alla pagina Facebook di Chuwi Italia si.

Leggi anche:  Dell EMC PowerStore rivoluziona prestazioni e flessibilità delle infrastrutture storage