Wikipedia rinnega il Daily Mail come fonte

Wikipedia non utilizzerà più il Daily Mail come fonte per le sue pagine perché ritenuto inaffidabile e promotore di fake news

Molte aziende del web stanno lavorando per ridurre la condivisione di false notizie. Google e Facebook hanno introdotto appositi strumenti per individuare ed eliminare le bufale dai rispettivi servizi e la stessa cosa ha fatto Snapchat in tempi recenti. Oggi anche Wikipedia ha avviato la propria battaglia personale con le fake news e ha iniziato con eliminare il quotidiano britannico Daily Mail dalla lista delle fonti autorizzate.

Wikimedia Foundation, l’azienda che gestisce le attività dell’enciclopedia online, ritiene che il Daily Mail sia “generalmente inaffidabile” a causa di “scarsa verifica dei fatti, sensazionalismo e notizie inventate”. Pertanto l’uso del quotidiano “come riferimento va generalmente vietato, soprattutto quando esistono altre fonti più affidabili”. Lo staff britannico della piattaforma, che ha festeggiato 15 anni lo scorso gennaio, ha quindi invitato i redattori a “verificare, togliere o sostituire” tutto ciò che risale alla testata londinese.

La risposta del quotidiano, la cui versione online conta oltre 24 milioni di utenti unici al mese, non si è fatta attendere e tutte le accuse sono state rimandate al mittente. “Per la cronaca il Daily Mail nel 2014 ha vietato a tutti i suoi giornalisti di usare Wikipedia come unica fonte a causa della sua inaffidabilità. – ha detto al The Guardian un portavoce della testata – Tutte le persone che credono nella libertà di espressione dovrebbero essere profondamente preoccupate per questo tentativo cinico e politicamente motivato di soffocare la stampa libera”.

Leggi anche:  Facebook Messenger potrebbe vietare l'inoltro di massa di messaggi