Facebook mette in campo un budget importante per le sue serie TV

Facebook testa in Colombia la sua app per il dating online
Facebook, ecco come funziona la sua sezione per far concorrenza a Tinder

Facebook ha messo sul piatto 3 milioni di dollari a puntata per i suoi programmi televisivi originali

Facebook sta per diventare uno dei più accaniti competitor di Netflix e Amazon, che insieme potrebbero superare i ricavi dell’intera industria cinematografia hollywodiana entro pochi anni. Il social network sta lavorando per realizzare le sue serie TV e programmi originali in modo da aumentare esponenzialmente i ricavi pubblicitari già piuttosto consistenti. In particolare l’azienda di Menlo Park punta a contenuti di prima qualità e per il suo progetto ha stabilito un budget di addirittura 3 milioni di dollari a puntata, in linea con le produzioni di fascia alta dei maggiori brodcaster. Facebook avrebbe già contattato varie società in ambito cinematografico tra studios, agenzie di Hollywood ed esperti nello scouting di nuovi talenti per fornire ai suoi iscritti dei prodotti interessanti e piacevoli da guardare.

Le serie TV di Facebook avranno una durata simile a quelle di Netflix ma il social network ha in mente di realizzare anche programmi più brevi e destinati ai più giovani. L’azienda fondata da Mark Zuckerberg, che nel prossimo futuro potrebbe lanciare un servizio di news a pagamento, pare sia interessata alla fascia da 13 a 34 anni con un focus particolare nei confronti delle persone tra 17 e 30 anni. In base alle indiscrezioni riportare dal Wall Street Journal, Facebook per i suoi contenuti destinati ai millennials si sarebbe ispirato a serie TV come “Pretty Little Liars”, “Scandal” e il reality “The Bachelor”. Teoricamente le prime trasmissioni avrebbero dovuto iniziare a breve ma Facebook ha voluto prendersi altro tempo per lavorare al meglio e creare qualcosa all’altezza della concorrenza. Le prime serie TV dovrebbero quindi andare in onda entro la fine dell’estate.

Leggi anche:  Apple Music ora ha oltre 100 milioni di brani