Quanto vale Spotify? 16 milioni di dollari

Gli azionisti privati hanno dato un valore alla piattaforma che ha rivoluzionato lo streaming musicale, destinata a crescere ulteriormente

All’inizio della sua sfolgorante carriera Spotify non era ben visto da tutti gli artisti. Molti lo hanno snobbato affermando di voler proseguire la via del digitale solo tramite i propri canali web. Niente di più sbagliato visto che la piattaforma ha dimostrato di poter aumentare gli introiti dell’industria musicale contrastando persino il file sharing illegale. Un successo insomma soprattutto per chi aveva scommesso su quella che fino a poco tempo fa era solo una rivale meno conosciuta di Apple Music o Play Music. Al momento Spotify è valutato almeno 16 miliardi di dollari dagli azionisti privati che stanno tentando di dare una mano al possibile sbarco in borsa della società svedese.

Quotazione alle stelle

La cifra è di circa 3 miliardi di dollari in più delle indiscrezioni diffuse a giugno, circa tre mesi fa. L’aumento della richiesta di azioni e del numero di sottoscrizioni da parte degli utenti ha dato slancio al valore totale, che da qui all’effettivo arrivo in borsa, con l’uscita pubblica, potrebbe salire sino a 20 miliardi di dollari. A livelli del genere l’azienda si appresta a guadagnare la palma come business digitale con l’uscita più alta nel 2017. Eppure fonti vicine alla svedese affermano come Spotify abbia intenzione di chiudere tutte le questioni con le major prima della fine dell’anno, per farsi trovare pronta nel primo trimestre del 2018. Questa è la tempistica più probabile per la quotazione che, stando agli analisti, ha il potenziale di abbattere il muro dei 50 miliardi di dollari nel giro di poco.

Leggi anche:  Instagram prepara la versione a pagamento