Mighty è il primo player per Spotify

Finalmente si possono portare sempre con sé i brani del servizio di streaming salvati localmente e senza necessità di uno smartphone o una connessione internet

Quanti di voi conoscono Mighty? Si tratta di un piccolo player musicale che assomiglia tanto all’iPod Nano. In realtà con Apple ha ben poco in comune, visto che il gadget in questione è nato solo per riprodurre i brani della propria libreria di Spotify. A cosa serve quando tale opportunità è già possibile con uno smartphone? Mighty, collegandosi solo quando serve al telefonino dove è impostato un account Spotify Premium, sincronizza le canzoni salvandole nella sua memoria da circa 1.000 pezzi, riproducendoli poi in modalità offline, senza necessità di collegamento a internet o pairing con il cellulare, il tablet o il computer. Tramite un accesso periodico al proprio profilo (Mighty ha comunque l’antenna Wi-Fi e il Bluetooth), l’accessorio si accorge se l’utente non ha più i privilegi dell’abbonamento Premium, disattivando a quel punto la riproduzione musicale.

Quanto costa

Dopo un breve periodo su KickStarter, Mighty è entrato nella sua seconda fase, quella della produzione di massa. Il gingillo costa 86 dollari e si compra solo dal sito ufficiale, questo qui, in tre colori: nero, bianco e ambra, con spedizioni anche in Italia. Per gestire i brani serve un’app dedicata, sia per iOS che Android, con cui selezionare le canzoni da sincronizzare individualmente così come gli album o intere playlist. Da Mighty Audio si accede anche alle impostazioni per gli auricolari senza fili, qualora si preferissero a quelli con jack classico da 3,5 mm, e alle opzioni di memoria e batteria. Nel pieno rispetto del tutto e ovunque, il player è pure resistente all’acqua, o almeno a qualche schizzo durante camminate sotto la pioggia o stancanti sessioni di allenamento.

Leggi anche:  Sviluppo e sostenibilità, pensare sempre più in grande