Samsung apre un centro di ricerca AI

La nuova struttura servirà le principali aree di business per studiare soluzioni avanzate e innovative nel campo dell’Intelligenza Artificiale

Samsung Electronics si concentra sull’Intelligenza Artificiale. La compagnia aprirà infatti un centro di ricerca per studiare nuove soluzioni all’interno dei principali ambiti di business, tra cui mobile e consumer electronics. La notizia è stata data in settimana direttamente dalla sede centrale che però non ha comunicato dove sarà localizzato il centro. La mossa pare una logica conseguenza alle riforme che presto saranno attivate all’interno della multinazionale, a seguito della sentenza che ha coinvolto il vicepresidente e il fuggi fuggi che potrebbe coinvolgere altre cariche. Non a caso, molte delle strategie per i prossimi anni passeranno dal ruolo di Young Sohn, attuale chief strategy officer, a cui spetterà il compito di esplorare innovative opportunità non solo nella produzione hardware ma anche in quanto a partnership con aziende terze.

Cosa succede

In verità, un percorso del genere è già partito mesi fa, con l’acquisizione di Harman International. Da qui, è nato il primo speaker connesso a doppio marchio, un esempio di come il mix di competenze e tecnologie possa aprire a sviluppi interessi in mercati emergenti. Una collaborazione che trova particolarmente senso nel lavoro del Samsung Strategy and Innovation Center (SSIC) che ha sedi a San Jose e San Francisco e che è già impegnato a cercare applicazioni interessanti dell’hi-tech in campi quali la sicurezza e la privacy, le infrastrutture cloud, l’healthcare, l’IoT e le auto intelligenti, tutti trend che nel prossimo futuro si porranno come determinanti per il business delle multinazionali, che andranno incontro a una probabile saturazione di alcune categorie merceologiche, tra cui computer, tablet e smartphone.

Leggi anche:  I trend della trasformazione nel 2021 secondo Software AG