Anche BlackBerry entra nel futuro degli smartphone

Un nuovo telefonino da 18:9 è atteso in India grazie alla collaborazione con Optiemus Infracom Limited, telco nazionale

Si chiama Ghost il prossimo smartphone di BlackBerry. Stando a indiscrezioni diffuse online negli ultimi giorni, a realizzarlo sarà l’azienda canadese-cinese assieme a Optiemus Infracom Limited, telco indiana, che lo renderà disponibile esclusivamente all’interno del paese, almeno in un primo momento. Non è detto infatti che il dispositivo non possa assumere un altro nome prima di essere lanciato a livello globale.

Non si ha alcuna ufficialità in merito ma solo i classici tweet degli smanettoni bene informati che, oltre a divulgare la strategia di base per la commercializzazione del cellulare, hanno anche anticipato il suo possibile aspetto. Evan Blass, informatore molto noto in rete, lo ha definito il primo 18:9 della compagnia. Finora BlackBerry aveva venduto terminali full touch ma ancora con forme classiche e un rapporto dimensionale che appartiene al passato.

Come sarà

L’immagine postata su Twitter non rivela tanto sul dispositivo se non che anche qui avremo la presenza di un display full vision simile a quelli dei top di gamma visti nell’ultimo anno, da Galaxy S8 a LG G6, passando per OnePlus e Huawei. E il rischio, come per i concorrenti, è che la standardizzazione a cui il mercato della telefonia sta andando incontro, almeno nel design, possa rappresentare un boomerang per la mora, in assenza di contenuti e interfacce ottimizzate per l’accesso a tutto schermo.

Il passaggio da BlackBerry OS ad Android non è stato indolore e dunque parte del lavoro è già stato fatto ma per cogliere l’interesse dell’utente più esigenze serve molto altro, soprattutto in assenza di una tastiera qwerty. Data la destinazione indiana, Ghost non dovrebbe costare uno sproposito, pur integrando un reparto hardware di fascia medio-alta, insieme alla protezione assicurata dalla piattaforma proprietaria DTEK, già all’opera sui flagship precedenti.

Leggi anche:  Il nuovo design del Galaxy Fold 2