Google porta la realtà aumentata dentro Chrome

Con gli ultimi aggiornamenti della piattaforma AR, Big G consentirà a tutti di interagire in maniera più intensa con pagine e siti web, utilizzando lo smartphone

La realtà aumentata esiste da anni ma è con Apple che è diventata davvero popolare nell’ultimo periodo. Grazie alla piattaforma ARKIt, migliaia di sviluppatori hanno realizzato le loro app aumentate che interagiscono con l’ambiente circostante. Si tratta di giochi ma anche di strumenti utili, come quello di Ikea, per arredare in maniera intelligente gli ambienti, prima di recarsi al negozio. Se il risultato è stato tale per un dispositivo, l’IPhone, che raggiunge persone ovunque, pensiamo a cosa potrà accadere quando la semplicità della augmented reality arriverà su Android, il sistema operativo presente su oltre l’80% degli smartphone attivi al mondo. Google sta introducendo pian piano la sua rivoluzione nei vari ambiti raggiunti, partendo dai computer e da un software d’eccezione: Chrome.

Cosa succede

Presto infatti il browser di casa permetterà di interagire con oggetti 3D da rendere vivi tramite smartphone, semplicemente scrollando le pagine e i siti web supportati. Tra questi ci sarà anche portali di informazione, che avranno il privilegio di proiettare per la stanza contenuti finora fruiti solo in modalità testuale, al massimo tramite qualche immagine. Pensiamo alla spiegazione dell’allunaggio o al funzionamento della Stazione Spaziale Internazionale: chiunque, puntando il telefonino Android e iOS verso lo schermo, potrà riprodurre il modellino della navicella per girarlo e analizzarlo per bene, scoprendo come è fatto e le varie stanze che ospita. Quando avverrà tutto ciò? Probabilmente molto presto anche se il team non ha dato indicazioni su una possibile data di lancio. Intanto per farsi un’idea si può fare un salto su questa pagina, che racchiude un progetto degli sviluppatori di Google ospitato su GitHub.

Leggi anche:  Outbrain, il futuro dell’ADV è native e open