Microsoft Edge arriva su iPad e tablet Android

Il browser di Redmond tenta la scalata al successo uscendo dall’ecosistema Windows dopo un primo approccio a iPhone e smartphone col robottino verde

Dopo esser rimasto in giro per un paio di settimane in versione preview, Microsoft ha rilasciato pubblicamente Edge su iPad. Il browser di casa era già uscito dall’ecosistema di Windows per approdare su iPhone e smartphone Android ma questa volta tenta il grande balzo verso il mondo dei tablet, che pure sono diventati strumenti primari per la navigazione fuori e dentro le mura domestiche. Oltre alle funzionalità di browsing in sé, tra le novità più utili c’è sicuramente il Continuum, che permette di riprendere la visita ai siti web dai tablet, lasciandola sui computer, così da non dover riaprire ogni volta le finestre. A differenza della cronologia sincronizzata della concorrenza, qui le schede sono subito visibili, già aperte e ferme al punto esatto sulla controparte PC.

Mercato difficile

Il tentativo di Microsoft di svecchiare Internet Explorer è riuscito solo in parte con Edge. Il mercato dei software di navigazione è complesso e saldamente nelle mani di pochi brand. Il principale resta Chrome di Google con il 65% dello share, stando alle ultime indagini di settore, dietro c’è Mozilla con il suo Firefox è più staccata la concorrenza.

C’è da dire che per quanto riguarda i tablet le cose sono ancora più diversificate. Mentre Android ha preinstallato Chrome e iPad la versione mobile di Safari, i vantaggi nell’utilizzo di browser terzi qui è maggiore rispetto alla compagine computer. Difficilmente Edge darà filo da torcere ai primi della classe ma comunque la novità permetterà a Microsoft di posizionarsi meglio sui sistemi operativi dei competitor, come peraltro sta facendo già da diversi anni con il porting delle proprie app su iOS e Android.

Leggi anche:  SB Italia e Wacom: digitalizzazione oltre i confini dell'azienda grazie alla firma grafometrica