Fujitsu ETERNUS CS8000 per il backup e l’archiviazione di mainframe e sistemi aperti complessi

ETERNUS CS8000

La settima generazione della piattaforma per la protezione dei dati offre un superiore livello di scalabilità e tempi di backup significativamente più brevi

Fujitsu ha annunciato la nuova versione della propria piattaforma di backup e archiviazione ETERNUS CS8000 progettata per mainframe e ambienti aperti dai requisiti complessi. Basati sul feedback espresso dai clienti, i miglioramenti apportati alla settima generazione di questo sistema comprendono ulteriore scalabilità, un maggior numero di nodi di front-end e il supporto di dischi SSD (Solid State Storage) per lo storage interno. Il consolidamento dell’infrastruttura per la protezione dati che ne risulta permette ai clienti di abbattere significativamente il costo totale di possesso (TCO).

Sebbene i dati siano essenziali in tutti i settori di mercato, per alcune organizzazioni costituiscono la spina dorsale dell’attività: per esempio le borse valori, i servizi finanziari, le compagnie assicuratrici e i sistemi per il controllo del traffico aereo. Organizzazioni di questo tipo devono soddisfare i requisiti di protezione dati più severi e solitamente mantengono i dati essenziali al proprio interno. La piattaforma Fujitsu ETERNUS CS8000, già la soluzione più versatile del suo genere, permette ai clienti di ottimizzare i loro sistemi all’evolvere dei requisiti fornendo opzioni aggiuntive per consolidare i processi di backup e archiviazione tra mainframe e sistemi aperti. Il risparmio in termini di tempo di amministrazione e costi di infrastruttura si traduce in minori spese fino al 40%.

Il sistema ETERNUS CS8000 di settima generazione mette ora a disposizione la possibilità esclusiva di scalare la capacità da 14 Terabyte a più di 60 Petabyte, equivalente a un fattore del 400.000%. Anche le performance possono essere incrementate da 8TB/ora fino a un throughput di 150TB/ora, il che rappresenta una scalabilità del 1.800% nelle operazioni effettive di trasferimento e recovery dei dati. In aggiunta, Fujitsu ha aumentato il numero di nodi interni e la flessibilità del software portando da 10 a 22 il numero dei nodi di front-end disponibili nei sistemi ETERNUS CS8000. Questo incrementa anche la quantità di tape drive virtuali disponibili portandoli a oltre il doppio del già eccezionale numero di 2540 fino a circa 5208. Il conseguente aumento degli stream paralleli di dati conduce a tempistiche di backup sensibilmente più brevi.

Leggi anche:  Windows 11 arriva su ThinkBook e ThinkPad Serie E

Olivier Delachapelle, Head of Category Management, Data Center Products di Fujitsu EMEIA, ha dichiarato: “I mainframe continuano a rappresentare il fondamento delle infrastrutture IT critiche di molte aziende sostenendone i workload più essenziali. Tuttavia, i responsabili IT sono oggi alle prese con la necessità di ridurre i costi dell’IT aumentandone contemporaneamente la flessibilità. Il sistema ETERNUS CS8000 è stato progettato tenendo in considerazione questi obiettivi per aiutare i clienti a consolidare l’infrastruttura necessaria al backup e all’archiviazione dei dati di mainframe e sistemi open adattandosi facilmente ai cambiamenti delle esigenze. Inoltre, i clienti possono ora conservare i dati su una combinazione di dischi, nastri e SSD velocizzando il processo di backup e archiviazione grazie agli ulteriori livelli di velocità e prestazioni di questa nuova versione”.

Il nuovo ETERNUS CS8000 ora comprende anche il supporto di dischi a stato solido (SSD) per migliorare le performance dei processi di deduplicazione opzionali e fornire vantaggi ancora maggiori negli ambienti mainframe. I dati a lungo termine possono essere conservati in maniera economicamente conveniente sul back-end ETERNUS CS8000 a nastro, totalmente gestito dal sistema di Information Lifecycle Management automatizzato, mentre le più veloci unità SSD possono essere adoperate per i processi mainframe sullo storage di backup del sistema, rendendo la piattaforma ETERNUS CS8000 ancora più interessante per il backup dei mainframe anche in ambienti più piccoli.

Information Lifecycle Management elimina inoltre gli errori umani automatizzando il trattamento dei dati lungo tutte le fasi del ciclo di vita e assicurando la disponibilità dei dati, poiché per esempio tutti i nastri vengono regolarmente controllati per rilevare casi di degrado del supporto creando automaticamente nuove copie quando necessario. Per un ulteriore livello di disponibilità dei dati, l’esclusiva configurazione split-site consente di distribuire un unico sistema ETERNUS CS8000 su due sedi geograficamente separate con cache-mirroring sincrono. Potenziato dalla gestione multi-copia su disco e su nastro, questo tipo di deployment non possiede singoli punti di failure, proponendo la soluzione di backup e archiviazione più affidabile per proteggere i dati mission-critical di mainframe o ambienti a sistemi aperti.