Apple Watch: in arrivo una funzione per monitorare il sonno

I prossimi Apple Watch con sensori di pressione e monitor di fertilità

Apple Watch nel 2020 potrebbe offrire una funzione per migliorare la qualità del sonno. Apple per realizzarla pare abbia lavorato sull’autonomia dello smartwatch

Apple Watch è considerato all’unanimità lo smartwatch migliore sul mercato ma non è ovviamente perfetto. Prodotti anche decisamente più economici disponibili sul mercato come gli ultimi dispositivi wearable presentati da Samsung e Fitbit dispongono di una funzione per monitorare il sonno. La Mela, che è ben consapevole del fatto che il prezzo dei suoi terminali è decisamente elevato, si è comunque messa a lavoro per porre rimedio a questa lacuna. Stando a quanto riporta Bloomberg, l’azienda di Cupertino ha completato la fase di test preliminari per un sistema di rilevamento della qualità del sonno e lo ha già sottoposto ai suoi dipendenti per ottenere utili feedback.

Apple con ogni probabilità ha messo a punto una funzione all’altezza di quelle proposte della concorrenza, che consentirà quindi di monitorare tutte le fasi del sonno e offrirà consigli su come riequilibrare il ritmo cicardiano. Questa tecnologia dovrebbe debuttare nel 2020 su Apple Watch. Il ritardo della Mela nel rilascio di questa tecnologia è dovuta all’autonomia del suo smartwatch, che al momento non arriva a 24 ore. L’idea è che gli utenti ricarichino il wearable proprio nelle ore notturne. Se la funzione effettivamente arriverà, è probabile che il colosso di Cupertino abbia lavorato per aumentare la capacità della batteria dell’orologio o abbia ottimizzato al massimo il consumo energetico dei suoi sensori.

Leggi anche:  Epson riceve la certificazione EcoVadis Platinum per la terza volta consecutiva