AirPower, il caricatore wireless di Apple torna in corsa

AirPower, il caricatore wireless di Apple torna in corsa

Il tappetino di ricarica potrebbe essere ancora un prodotto destinato al mercato secondo nuove indiscrezioni

Apple sta lavorando su una nuova versione di AirPower il suo tappetino di ricarica wireleess? A giudicare da quanto è stato diffuso di recente in rete pare proprio di si. Cosa c’è di nuovo? Innanzitutto, AirPower è ancora in fase di sviluppo e il leaker Jon Prosser ha twittato un paio di foto che mostrano presumibilmente il pad in una forma leggermente diversa da quanto avevamo imparato a conoscere in precedenza. La perdita suggerisce anche che il gigante della tecnologia è stato in grado di integrare nel tappetino anche un ulteriore spazio per mettere assieme Apple Watch e AirPods, al fianco di un iPhone.

A giudicare dalle immagini sopra, sarà possibile caricare contemporaneamente ben tre oggetti, diversamente dal primo AirPower, mai realizzato per la massa. Un’altra nota interessante, che Prosser stesso conferma più volte nelle risposte al suo tweet è che la porta di ingresso non pare essere Lightning ma USB-C, come nei più recenti modelli di iPad Pro e, probabilmente, la stessa via che seguirà l’iPhone 12.

Nonostante questi presunti progressi, AirPower non è ancora ufficialmente destinato al mercato. Dopo un lungo silenzio sul suo sviluppo, Apple ha ammesso in una e-mail che il prodotto non ha raggiunto gli standard, lo scorso marzo 2019. Sono emersi rapporti secondo i quali il tappetino non caricava in maniera ottimale i dispositivi, e si rivelava meno potente di altri concorrenti. Dato l’interesse sempre elevato per un pad di ricarica ufficiale, non ci sorprende l’ennesima perdita che afferma il suo ritorno che, a questo punto, potrebbe palesarsi al keynote del WWDC 2020 tra qualche ora.

Leggi anche:  Galaxy Watch3 e Galaxy Watch Active2 supportano monitoraggio della pressione sanguigna ed elettrocardiogramma