I nuovi leak confermano un iPhone 12 alla iPad Pro

iPhone 12, in un video l’arrivo di un nuovo accessorio fondamentale

Emergono nuovi dettagli su design e dimensioni degli iPhone che vedremo probabilmente a settembre 2020

Sono circolate molte voci negli ultimi tempi, secondo cui la prossima generazione di iPhone 12 sfoggerà bordi piatti, proprio come l’attuale gamma di iPad Pro, che utilizza un design simile ai precedenti modelli di iPhone. L’ultima indiscrezione al riguardo dà peso a questa teoria e proviene da Twitter, secondo un utente che spiega come un “rivenditore Apple Premium” abbia fornito una serie di foto, che dettaglia gli stampi dei presunti dispositivi dai disegni CAD, solitamente utilizzati per realizzare cover e accessori prima dell’uscita del telefono vero e proprio. Vale la pena notare come sia possibile che si tratti di falsi ma questi tipi di immagini spesso arrivano proprio da produttori di case di terze parti al fine di progettare custodie per future versioni del telefono, basandosi su dimensioni e specifiche trapelate.

Come sarà l’iPhone 12 Pro Max

Se vogliamo credere alla precisione di questi documenti di design, la nuova gamma di iPhone 12 sembra destinata a tornare al design a bordo squadrato che abbiamo visto per la prima volta su iPhone 4 e che è riemerso nella nuova gamma di iPad Pro. Ci sono tre stampi di dimensioni diverse, per i quattro modelli previsti dalla prossima serie: l’iPhone 12 da 5,4 pollici, l’iPhone 12 Pro  e l’iPhone 12 Max da 6,1 pollici e il top di gamma, iPhone 12 Pro Max da 6,7 ​​pollici.

I disegni CAD mostrano anche una configurazione di fotocamere posteriori che ospita tre moduli e un flash, sebbene non sia chiaro di quale modello si tratti. Allo stesso modo, tutti gli esempi hanno quattro fori nelle loro tacche frontali, presumibilmente per la camera dei selfie, i sensori di prossimità e di luce, nonché uno slot per l’altoparlante. È interessante notare che lo stampo più piccolo (presumibilmente l’iPhone 12) ha un foro extra allungato sopra l’altoparlante.

Leggi anche:  Samsung: ecco il nuovo Galaxy M21