OnePlus 8T punterà su quattro fotocamere e un prezzo accessibile

OnePlus si fonde con Oppo

Non mancherà un display con refresh rate a 120Hz a bordo del prossimo medio gamma della cinese

Sappiamo che, almeno finora, la generazione ”t” di OnePlus si è concentrata su modelli di fascia media, solo leggere rimodulazioni nel design e hardware rispetto ai fratelli maggiori. Sarà così anche per il prossimo OnePlus 8T, anche se le novità non mancheranno. Una fonte sentita da Android Central afferma che lo smartphone avrà uno schermo Amoled da 6,55 pollici come il suo predecessore ma dotato di un refresh rate fino a 120Hz, di norma una tecnologia che si trova su esemplari top di gamma. Anche se non si tratta di un’innovazione oggi pienamente sfruttata, potrebbe comunque diventare determinante domani, insieme alla presenza del 5G (che probabilmente sarà assente su 8T). Il tutto in un pacchetto dal prezzo contenuto, ipoteticamente tra i 399 e i 529 euro.

Le novità di OnePlus 8T

Secondo quanto riferito, OnePlus sta spostando il suo interesse su una configurazione fotografica a quattro sensori, sebbene le priorità siano cambiate con questo modello. Ci sarà ancora una fotocamera principale da 48 MP e un sensore grandangolare da 16 MP, ma al cui fianco spiccheranno una macro da 5 MP aggiornata e un nuovo obiettivo da ritratto da 2 MP. Ulteriori aggiornamenti potrebbero essere relativamente modesti. Come suggerito dai dati precedenti, non sono previste importanti modifiche al design per l’8T. Invece, si dovrebbe palesare uno Snapdragon 865 Plus insieme a 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione.

Non è certo se ci sarà una versione di fascia alta con 12 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione come era per OnePlus 8. Se dovessimo credere alle voci, OnePlus potrebbe rivelare l’8T entro la fine di settembre o all’inizio di ottobre e spedirlo con OxygenOS 11 (e quindi Android 11 ). Come il 7T, l’8T sarebbe un aggiornamento stagionale interessante, per rendere le funzionalità di fascia alta più accessibili agli utenti.

Leggi anche:  La dotazione dell’ufficio domestico può salvare il Natale