Google prepara il suo foldable, grazie a Samsung

Google prepara il suo foldable, grazie a Samsung

Big G avrebbe acquistato sia pannelli che vetri di rivestimento flessibili da Samsung Display per un eventuale Pixel Fold

Sono passati alcuni mesi da quando sono apparse le prime indiscrezioni sul Pixel Fold, presunto smartphone pieghevole di Google. Jon Prosser è stato il primo a dare un po’ di informazioni sul dispositivo in arrivo, con un tweet corroborato dall’analista di display Ross Young che suggerisce un lancio nel quarto trimestre del 2021. A parte questo, non abbiamo altri elementi. Se non che quelli che parlano di come Google stia acquistando pannelli OLED flessibili da Samsung nella dimensione di 7,6 pollici, simili a quelli che la coreana attualmente utilizza per il Galaxy Fold 2. Se ciò fosse confermato, avremmo abbastanza informazioni per mettere insieme un’idea approssimativa di come sarebbe il presumibile Pixel Fold.

Negli ultimi giorni, sono emersi ulteriori dati che puntano all’acquisto, da parte di Google, non solo dei pannelli OLED flessibili da Samsung, ma anche del vetro ultrasottile proprietario, la porzione di rivestimento in vetro flessibile. Insomma, indiscrezioni che confermano come Google stia effettivamente andando avanti con un pieghevole proprio. È una mossa audace per un’azienda che finora non ha esattamente sfondato nel settore mobile di fascia alta.

Peraltro, in via di presentazione dovrebbero esserci i Pixel 6 e Pixel 6 Pro sebbene di loro si sia persa ogni traccia, dopo un paio di voci a riguardo. Paradossalmente, Google ha lavorato parecchio per adattare il sistema operativo Android al mondo dei pieghevoli, senza mai realizzarne uno. Messa da parte la questione software, adesso potrebbe essere giunto il momento per un lancio hardware, in attesa di capire come si muoveranno Samsung ed Apple, la prima con un passato oramai consolidato nel segmento, la seconda ancora ferma al palo.

Leggi anche:  OnePlus 9 verrà lanciato prima del previsto