WhatsApp lancia la sua prima campagna pubblicitaria globale

WhatsApp ha bloccato due milioni di account per aver infranto le nuove regole

Dopo il contraccolpo per i cambiamenti sulle policy, il gruppo ha deciso di affermare l’impegno per la privacy

WhatsApp ha lanciato la sua prima campagna di marketing globale in risposta alle numerose critiche seguite ai cambiamenti sulle policy di utilizzo del client. La piattaforma di messaggistica afferma che la campagna è progettata per ribadire il suo “impegno per la privacy” e arriva dopo mesi di incertezze su come il gruppo Facebook utilizzerà i dati degli iscritti per migliorare le comunicazioni soprattutto con aziende ed enti. Il capo di WhatsApp, Will Cathcart, ha ammesso che la questione è comunque un’opportunità per l’azienda di ricordare il suo uso della crittografia. “L’idea è che comunicheremo direttamente alle persone i vantaggi della privacy e della crittografia” ha affermato.

Il valore della comunicazione

“Quello che stiamo davvero cercando di fare è prendere la crittografia end-to-end, che è un termine astratto, e tradurla alle persone. Riteniamo che ciò sottolinei il nostro impegno per la privacy e per la tecnologia, in un momento in cui continuano ad esservi attacchi in alcune parti del mondo, quindi pensiamo che sia particolarmente importante che i consumatori capiscano cosa c’è in gioco”.

Molti critici però si sono scagliato contro i piani di Facebook di espandere la crittografia end-to-end già in uso su WhatsApp alle sezioni di messaggistica delle sue altre app: Instagram e Messenger. Il pensiero è che la novità metterebbe a rischio i bambini, offrendo un nascondiglio per pedofili e altri criminali. Cathcart ha sostenuto che coloro che criticano la crittografia spesso lo fanno senza “collegarla a tutti i vantaggi” che può fornire.

“È uno strumento davvero fondamentale per persone come giornalisti, attivisti, informatori – pensiamo che la gente lo capisca. Mantiene le persone al sicuro dall’hacking, protegge dalle frodi e dal furto di identità”. La campagna, che includerà pubblicità esterna online, radiofonica, televisiva e digitale, arriva mentre la piattaforma deve affrontare nuove pressioni da altri servizi di messaggistica crittografata, come Telegram e Signal.

Leggi anche:  Il nome di dominio di Google Argentina acquistato per poco più di 2 euro