D.B. Group, la comunicazione vola sul cloud

D.B. Group, la comunicazione vola sul cloud

L’azienda veneta, con più sedi distribuite geograficamente, ha ottenuto notevoli vantaggi nell’utilizzo dei servizi in cloud di NFON che le hanno permesso di remotizzare attività e flussi di lavoro

Fondata nel 1980 da Valter e Vittorino De Bortoli, D.B. Group è un’azienda di spedizioni internazionali, logistica integrata e consulenza doganale che, operando nel mondo dei servizi, ha sempre guardato alle persone come asset fondante e strategico. Oggi, il Gruppo conta più di 48 uffici nel mondo per un totale di 600 dipendenti. Negli ultimi 5 anni ha intrapreso un percorso di digitalizzazione molto importante che l’ha portato a dotarsi di numerosi strumenti e soluzioni digitali; come il CRM, l’intranet ed un nuovo sistema di gestione delle spedizioni e di tutte le attività collegate.

«La pandemia non ha colto impreparata l’azienda proprio perché la digital transformation era già stata avviata, ma ha senz’altro favorito un’accelerazione del cambiamento» – afferma Rudi Triban, che nel marzo 2020 ha assunto il ruolo di chief information & cyber security officer di D.B. Group. «È stato necessario fornire da subito servizi e strumenti ai dipendenti in remoto, indipendentemente dal fuso orario e dalla collocazione geografica. Da qui, l’esigenza di sostituire il sistema di telefonia in VoIP con una soluzione che consentisse loro di lavorare da casa e di garantire la continuità delle comunicazioni con i clienti». Occorreva quindi trovare un partner affidabile. La scelta è caduta su NFON, un’azienda «un po’ fuori dagli schemi tradizionali» – ci spiega Triban, che ha lavorato a stretto contatto con il sales manager area nord est Italia di NFON Italia, Andrea Zanin. «NFON propone un servizio totalmente in cloud. Volevamo infatti che bastasse una rete dati o un collegamento wireless per poter telefonare, collaborare ed essere raggiunti in qualsiasi momento».

Leggi anche:  SD-WAN. Tutti i vantaggi di una rete intelligente, sicura e senza lock-in

BASTA COMPLICAZIONI

NFON è un operatore telefonico di servizi di comunicazioni integrate professionali in cloud, l’unico provider di servizi cloud PBX paneuropeo. PBX è l’acronimo di Private Branch Exchange, in altre parole una rete telefonica privata utilizzata all’interno di un’azienda o di un’organizzazione. La soluzione di punta NFON si chiama Cloudya. Può essere utilizzata con qualsiasi device e da qualsiasi luogo, in linea con le attuali esigenze di remote working. Facile da usare, può essere avviata anche senza un portatile aziendale, direttamente via browser e permette a tutti i dipendenti di essere raggiungibili al loro numero aziendale e con una qualità vocale HD anche nei contesti di home office. La soluzione si presta anche all’integrazione con Microsoft Teams. «Non volevamo semplicemente sostituire il nostro sistema telefonico» – spiega Triban. «Cercavamo un partner che ci potesse fornire un servizio ad alto valore aggiunto in grado di integrarsi nei nostri sistemi, per esempio, il CRM. NFON si è rivelata l’azienda ideale, innovativa e affidabile».

Il progetto D.B. Group, che è stato avviato a giugno 2021 con le procedure di “migrazione” degli uffici italiani è ancora in evoluzione. La semplicità di Cloudya rappresenta un vantaggio per gli utenti, basti pensare allo sgravio rispetto alla mole di lavoro che l’installazione e la gestione di un centralino tradizionale comportano. In dettaglio, è stato messo a disposizione di D.B. Group un numero telefonico unico, associato a login e password per accedere al proprio account da qualunque postazione di lavoro, interna o esterna all’azienda. Un metodo efficace che riduce al minimo il rischio di trascurare chiamate importanti o messaggi che abitualmente passavano dal centralino o dalla segreteria telefonica.

Leggi anche:  Servizi bancari e finanziari. Cybersecurity multilivello

COMUNICAZIONI CRIPTATE

«Anche se attualmente ci troviamo ancora in una fase di migrazione e perfezionamento, il tempo che col vecchio sistema veniva dedicato alle varie problematiche di manutenzione è diminuito notevolmente. L’utente può infatti configurare in autonomia la propria utenza (numero telefonico), a seconda delle proprie esigenze» – chiarisce Triban, attivando anche i servizi che la soluzione consente.

Acquistare il servizio Cloud PBX dall’operatore che fornisce la rete di accesso, come nel caso di NFON, aumenta la sicurezza in quanto le comunicazioni passano su reti IP Private che non sono in alcun modo esposte alle minacce esterne collegate al mondo Internet. «Tutte le comunicazioni sono criptate – continua Triban. NFON, va ricordato, è una società tedesca. Il quartier generale è a Monaco di Baviera. Pertanto, la sua architettura si basa su data center presenti nell’Unione Europea. Il che garantisce l’adozione di criteri di compliance elevati, in linea con le normative sulla privacy».