Apple voleva il Face ID sull’iMac ma lo ha scartato

Apple voleva il Face ID sull’iMac ma lo ha scartato

Il riconoscimento facciale degli iPhone non arriverà nemmeno sui MacBook del 2022

Nel 2021, Apple ha considerato di aggiungere Face ID al rinnovato iMac ma non lo ha fatto. I motivi vengono spiegati da Mark Gurman di Bloomberg nella sua newsletter sul mondo della Mela. “Face ID era nelle schede per l’iMac M1 originale. Questo è il Mac più spesso con un display integrato mentre i laptop di Apple hanno schermi piuttosto sottili”. Non è chiaro cosa abbia impedito ad Apple di non lanciare questa funzionalità. Probabilmente i soliti problemi di fornitura hardware, con l’azienda che ha lottato per mantenere la sua tabella di marcia di lancio del modello da 27 pollici.

Gurman fornisce anche alcune curiosità su Face ID sul MacBook, che non dovrebbe arrivare nemmeno quest’anno. “Ad oggi, la tecnologia per incorporare il Face ID nei sottili display del MacBook non esiste. Quindi, se il Face ID arriverà sul Mac, penso che sarà prima su un iMac o su un monitor esterno. Apple ci ha sicuramente lavorato ma solo il tempo dirà se sarà fattibile o meno”.

Nel 2020, Filipe Espósito di 9to5Mac riferiva che macOS Big Sur beta conteneva indizi su come Apple intendesse supportare la funzione di riconoscimento facciale sul Mac. “Siamo stati in grado di trovare una nuova estensione su macOS Big Sur beta 3 con codici destinati a supportare PearlCamera. Questo è il nome in codice interno utilizzato da Apple per la fotocamera TrueDepth e Face ID, che è stato rivelato per la prima volta con le notizie sugli iPhone X nel 2017. Codici come “FaceDetect” e “BioCapture” trovati all’interno di questa estensione confermano che Apple sta preparando macOS per funzionare con Face ID, visto che sono simili a quelli utilizzati da iOS”.

Leggi anche:  Occhiali connessi di Facebook, i dubbi del garante irlandese