AICA annuncia i vincitori del concorso ETIC

AICA annuncia i vincitori del concorso ETIC

Il premio nazionale dell’importo di € 3.000 assegnato da AICA è stato attribuito alla tesi “HRI: l’interazione tra esseri umani e macchine. Dall’interazione sociale all’interazione sociotecnica” di Stefania Operto, che analizza l’interazione tra esseri umani e macchine

L’etica non può rimanere spettatore indifferente di fronte al progresso attuale della tecnologia. Essa ne segue con attenzione gli sviluppi riflettendo continuamente sul rapporto tra tecnologia e princìpi morali. La stessa intelligenza artificiale (IA) è centrale per la trasformazione digitale della società odierna ed è diventata, anche, una delle priorità dell’UE: applicazioni future potrebbero portare grandi cambiamenti, ma non dobbiamo dimenticare che la tecnologia è già presente nelle nostre vite da tempo, ma non sempre risulta utilizzata consapevolmente.

Questo è stato il tema centrale delle tesi presentate dagli studenti che hanno partecipato al concorso “ETIC – Etica e Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione”. Il bando, indetto da AICA, Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico ed il Rotary International con il patrocinio della CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, ogni anno premia le migliori tesi di laurea o di dottorato in tema di Etica e Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. La cerimonia di premiazione di questa edizione -nuovamente in presenza – organizzata dalla Sezione Territoriale AICA Calabria insieme al Rotary Distretto 2102, si è svolta lo scorso 7 maggio nell’Aula magna “L. Quaroni” – plesso Architettura dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria.

Lo sviluppo delle tecnologie emergenti richiede un costante sbocco di nuovi approcci ingegneristici, studi scientifici, sociali e perfezionamenti di nuove strategie, ma per andare incontro, consapevolmente, al futuro è essenziale che di pari passo si sviluppi un pensiero critico guidato dall’etica. Si tratta, in molti casi, di capire cosa comporti l’adozione delle nuove tecnologie in particolare in termini di sicurezza e tutela dei diritti delle persone e se queste siano effettivamente neutre o non possano favorire alcuni (in genere i più forti) a discapito di altri. In questo senso AICA, con il progetto ETIC, si impegna a valorizzare le conoscenze e le competenze necessarie per studiare le tecnologie informatiche in una prospettiva contestualizzata, per valutare l’emergenza di nuovi problemi etici e proporre adeguate soluzioni e indirizzi di sviluppo.

Leggi anche:  Nell’accordo “esclusivo” tra Microsoft e Qualcomm potrebbe inserirsi Samsung

Alla cerimonia di premiazione il Presidente AICA Renato S. Marafioti, introducendo i lavori, ha sottolineato come il Concorso abbia l’obiettivo di valorizzare l’impegno degli studenti che hanno trattato nelle loro tesi le tematiche dell’etica applicata alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, attribuendo il giusto significato alle loro giornate di studio e fatica ma soprattutto il valore adatto alle loro intuizioni ed alla loro creatività.

“Personalmente ritengo questa manifestazione particolarmente utile e strategica, non solo per gli aspetti quantitativi che sono assolutamente importanti e ne attestano il successo in Calabria, ma anche per i contenuti dei lavori che sono stati elaborati e presentati alla Commissione rendendo merito all’intelligenza, al sacrificio ed allo spirito d’impresa” ha commentato il Presidente AICA Renato S. Marafioti.

“Una cerimonia solenne, in Calabria, che ci riempie di orgoglio, dopo la triste parentesi dell’emergenza sanitaria, e che ha visto la partecipazione del viceprefetto vicario, di docenti universitari, governatori dei Distretti Rotary, del Commissario Questura di Reggio Calabria, della Direzione investigativa antimafia e del Compartimento Polizia Postale Calabria. Un’occasione, questa del premio ETIC, anche per noi di AICA, di incontrare giovani creativi con un giustificato spirito di innovazione incoraggiandoli a coltivare le loro idee con convinzione, passione e serietà e con l’auspicio che questo momento di elogio possa essere di supporto al prosieguo dei loro apprezzabili e meritori progetti di studio”.

I vincitori del Premio ETIC 2021 – 2022 – AICA & Distretti Rotary International 2050, 2101, 2102 e 2110

I premi, messi a disposizione da AICA e dai Distretti 2050, 2101, 2102 e 2110 del Rotary International per tesi su argomenti di Computer Ethics sono complessivamente otto: un premio nazionale dell’importo di € 3.000, sette premi distrettuali – quattro dell’importo di € 2.000 ciascuno, tre dell’importo di € 1.000 ciascuno – per tesi di dottorato o tesi di laurea magistrale.

Leggi anche:  La selfie cam sugli smartphone del 2022 potrebbe essere sempre accesa

Premio Nazionale AICA
“HRI: l’interazione tra esseri umani e macchine. Dall’interazione sociale all’interazione sociotecnica”, Stefania Operto – Dottorato di Ricerca in Scienze Sociali – Università degli Studi di Genova

Premi Distretto 2050
Primo Premio
“Assessing COVID-19 healthcare system costs and vaccine effects: a dynamic system approach”
Simone Milanesi – Laurea Magistrale in Matematica – Università degli Studi di Pavia

Secondo Premio
“V-Care: app con interfaccia conversazionale di supporto al trattamento dell’obesità infantile”
Alberto Neri – Laurea Magistrale in Bioingegneria – Università degli Studi di Pavia

Premi Distretto 2101
Primo Premio
“Trustworthy AI: The Deep Learning Perspective”
Stefano Marrone – Dottorato di Ricerca in Information Technology and Electrical Engineering – Università degli Studi di Napoli Federico II

Secondo Premio
“Un sistema basato su AI per la gestione della rete di mobilità in una Smart City”
Franca Rocco di Torrepadula – Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica – Università degli Studi di Napoli Federico II