Google ha acquistato una società di display MicroLED per i suoi occhialini

Google ha acquistato una società di display MicroLED per i suoi occhialini

Raxium aiuterà il colosso americano a realizzare i suoi primi AR Glass

Rick Osterloh, capo dell’hardware di Google, ha confermato che la società ha acquisito Raxium, una startup fondata cinque anni fa e attiva nel campo della tecnologia MicroLED. Questa potrebbe essere la chiave per costruire una nuova generazione di occhialini di realtà aumentata, virtuale e mista. La mossa si aggiunge alla prova che la prossima grande mossa AR di Google si sta avvicinando: il colosso ha precedentemente acquisito il produttore di occhiali North nel 2020 e, secondo quanto riferito, sta assumendo ingegneri per costruire un sistema operativo di realtà aumentata.

A gennaio si è sparsa la voce che i Google Labs stanno lavorando ad un visore AR chiamato “Project Iris”, sotto la stessa gestione della demo di chat video ad alta risoluzione Project Starline mostrata durante la conferenza I/O lo scorso anno.

Quando The Information ha segnalato per la prima volta l’acquisto di Raxium da parte di Google il mese scorso, ha notato che la tecnologia MicroLED potrebbe essere utile per costruire display AR che sono più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ad altre soluzioni. Inoltre, Raxium sta lavorando all'”integrazione monolitica” per i MicroLED, il che secondo The Information vorrebbe dire fabbricarli con lo stesso tipo di hardware utilizzato per la maggior parte dei processori, riducendo potenzialmente il prezzo in modo significativo. Altre aziende che lavorano su hardware MicroLED AR sono Oppo, Apple e Vuzix.

Per quanto riguarda la concorrenza, Microsoft ha già fornito un dispositivo di realtà aumentata con HoloLens, mentre Apple, Meta, Snap e altri stanno investendo molto per creare il proprio hardware che sovrapponga informazioni e immagini al mondo reale.

Leggi anche:  Lenovo e Klaus portano Yoga Tab 13 sul dj set di Wanderlust a Cortina