Microsoft spegne il metaverso di Altspace VR

Microsoft spegne il metaverso di Altspace VR

Il 10 marzo chiude la piattaforma di realtà virtuale di proprietà del colosso di Redmond

Microsoft sta restringendo le sue ambizioni di metaverso. In un post sul blog ufficiale, la società ha annunciato che presto chiuderà AltspaceVR, la piattaforma di realtà virtuale sociale acquisita nel 2017. La data scelta è il 10 marzo 2023. Microsoft ha attribuito la decisione al desiderio di concentrarsi su Mesh, altro progetto di realtà mista che la società ha annunciato nel 2021 e che in seguito ha dichiarato sarebbe arrivata su Teams. 

“Non vediamo l’ora di ciò che verrà, incluso il lancio di Microsoft Mesh, una nuova piattaforma per la connessione e la collaborazione, a partire dall’abilitazione dei luoghi di lavoro in tutto il mondo”, ha affermato Microsoft. “Nel breve termine, stiamo concentrando i nostri sforzi sulla realtà virtuale sulle esperienze sul posto di lavoro, imparando da e insieme ai nostri primi clienti e partner e assicurandoci di fornire una base che consenta sicurezza, fiducia e conformità. Nel tempo, speriamo di estendere anche l’esperienza dei consumatori”. 

La notizia della chiusura arriva dopo che Microsoft ha confermato la necessità di licenziare circa 10.000 dipendenti entro la fine di marzo. Come si legge su Windows Central, Microsoft prevede di tagliare l’intero team di AltspaceVR come parte della riorganizzazione. Secondo Bloomberg, la società ha anche ridotto l’organico del suo team HoloLens. Nell’ultimo anno, la divisione ha visto la partenza dell’ex capo Alex Kipman, che ha lasciato Microsoft a giugno, e la sospensione di un accordo di acquisto con l’esercito americano. Nel 2022, secondo quanto riferito, Microsoft ha abbandonato i piani che aveva per un nuovo dispositivo HoloLens.

Leggi anche:  Il settore automotive riuscirà a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità prefissati?