Salvare le vite con iPhone

I vigili del fuoco usano l’iPhone per rispondere alle emergenze

Una nuova applicazione per il telefono cellulare modifica la domanda: “C’è un medico in sala?” in “c’è un cittadino CPR (Cardiopulmonary resuscitation) certificato nella zona?”

A San Ramon Valley, in California, i vigili del fuoco hanno cominciato ad usare un cellulare con sistema GPS per informare i cittadini che si sono formati nelle sale di rianimazione cardiopolmonare e ora conoscono come risolvere i casi di attacco di cuore, molto più velocemente di quanto i servizi di emergenza potrebbero fare da soli.

L’applicazione per iPhone, che è disponibile per il download gratuito, veicola i residenti nelle aree accessibili al pubblico che sono preposte alle emergenze cardiache, dove viene utilizzato anche il defibrillatore automatico esterno (DAE).

I vigili del fuoco si rivolgono e comunicano con oltre 700 membri della Comunità Emergency Response Team proprio utilizzando l’applicazione e negli ultimi sei mesi hanno cominciato ad arrivare ad un pubblico di oltre 22.000 utenti per iPhone.

San Ramon Valley è costituita da 155 miglia quadrate, cioè quasi 150 persone per miglio quadrato sono connesse e pronte a mobilitarsi nel caso in cui la modalità CPR risulti necessaria.

Inoltre, l’applicazione consente agli utenti di verificare in tempo reale lo stato di ogni incidente segnalato, ad esempio come e quando un soccorritore sia riuscito nel suo intento e quanto i servizi di emergenza professionali siano tempestivi.

L’applicazione è stata progettata con l’aiuto di studenti del College Northern Kentucky University di Informatica.

Se non ci si trova nella Valle di San Ramon, è possibile scaricare l’applicazione dei vigili del fuoco dalla Apple e catturare l’azione di soccorso da lontano.

Leggi anche:  Aerospazio: tecnologia Exprivia per il satellite Copernicus che monitora livello del mare