“Autosgatto”: le app per i mici poser

Su iOS e Android è un vero e proprio boom di app che permettono ai gatti di scattarsi una foto da soli mentre gironzolano per casa

Cercando in Rete la parola “autosgatto” si trovano centinaia di foto di felini intenti a fotografarsi nelle pose più assurde. Vi chiederete, ma come fanno i nostri amici a quattro zampe a scattare da soli una propria immagine? Semplice, come dice Apple, “c’è un’app per tutto”.

Le app per gli “autosgatti”

Su iOS e Android spopolano app come Snapcat e Cat Selfie, che permettono al micio di casa di fare foto con l’autoscatto. Affinché il gatto possa immortalarsi da sé lo smartphone o il tablet devono essere posti a terra. Sullo schermo appaiono dei segnali luminosi, come un puntatore laser o un classico puntino in movimento, che attirano l’attenzione del felino. Quando questo cerca di acchiapparli, premendo con la zampa sul display, la fotocamera scatta un’istantanea.

Per infastidire al massimo il proprio micio, alla Seedcamp Week di Berlino una società ucraina ha presentato PetCube, una webcam Wi-Fi connessa ad un puntatore laser. Gli utenti possono controllare il raggio luminoso e riprendere o scattare una foto al felino mentre impazzisce per acchiapparlo.

Leggi anche:  Heaxel prosegue la crescita internazionale per diffondere la neuroriabilitazione “diffusa” tramite i robot