Bob Mansfield lascia la dirigenza ma rimane in Apple

Bob Mansfield lascia la carica di Senior Vice President della sezione hitech ma avrà un altro ruolo all’interno dell’azienda

L’era di Tim Cook, che ha definito “affascinanti” i nuovi device in cantiere a Cupertino, è contraddistinta da diversi cambi di ruolo all’interno del management.  Scott ForstallJohn Brownett e Richard Williamson hanno lasciato Cupertino e Paul Deneve di Yves Saint Lauren è invece entrato nel board. Ora un altro personaggio di spicco della dirigenza di Apple, che nel Q3 ha visto calare i propri utili, sta per cambiare ruolo. Si tratta di Bob Mansfield Senior Vice President della sezione hitech.

Bob Mansfield:  un nuovo ruolo all’interno di Apple

Nella pagina di ufficiale di Apple dedicata al board il profilo di Bob Mansfield era sparito, cosa che ha fatto circolare la voce che il dirigente stessa lasciando la Mela. Apple alla fine ha rivelato che Mansfield non ricoprirà più il suo attuale ruolo ma si dedicherà ad altri progetti all’interno dell’azienda, esattamente come è successo a Andy Rubin a Google. Voci affermando che Tim Cook, che ha rivelato alla D11 Conference le nuove strategie, sia arrivato ad offrire a Mansfield fino a 2 milioni di dollari al mese ma che lui abbia rifiutato.

Leggi anche:  Nuova partnership tra Soft Way e ASP Italia