Eutelsat e Poste Italiane insieme contro il digital divide

Cisco e EOLO insieme per abbattere il digital divide

Eutelsat e Poste Italiane hanno stretto un accordo per la commercializzazione della banda larga via satellite tooway

In occasione del vertice bilaterale Italia-Francia a cui parteciperanno i rispettivi premier Enrico Letta, che ha confermato che non ci sono state intercettazioni nel nostro Paese, e François Hollande, Eutelsat e Poste Italiane hanno siglato una accordo per sconfiggere il digital divide. Massimo Sarmi, AD di Poste Italiane, e Michel de Rosen, Presidente dell’azienda di telecomunicazioni francese, hanno stretto una partnership per la commercializzazione della banda larga via satellite tooway.

Portare la banda larga dove non c’è

“L’accordo con il Gruppo Eutelsat è un nuovo capitolo dell’impegno di Poste Italiane nel processo di progressiva digitalizzazione del Paese”, ha dichiarato Sarmi. L’obiettivo del progetto è quello di portare la banda larga a quei 3,7 milioni di italiani che ancora ne sono esclusi “con la prospettiva di sviluppare al massimo l’e-commerce e i servizi di cloud computing”. Grazie alla connessione con il satellite Eutelsat Ka-Sat, la connessione tooway permette di raggiungere una velocità di download e di upload rispettivamente di 20 Mbps e 6 Mbps. Per attivare il servizio è sufficiente installare una piccola parabola e un modem satellitare collegato al computer, che permetteranno anche di fruire di funzioni di televisione multicanale e chiamate VoIP.

In precedenza Eutelsat aveva stretto un accordo con Unioncamere con lo stesso obiettivo di sconfiggere il digital divide in Italia.

Leggi anche:  Costruire supply chain resilienti è una priorità per due terzi delle organizzazioni post pandemia