Facebook cambia le impostazioni di privacy per i minori

Condivisione dei contenuti limitata ai soli amici e più attenzione ai contatti. Così Facebook aiuta i minori, e il marketing

Facebook fa un passo verso i teenagers. Gli iscrtti dai 13 ai 17 anni potranno settare diverse opzioni riguardo a foto, aggiornamenti di stato e commenti nella condivisione con la rete di Facebook. I ragazzi avranno anche la possibilità di attivare la funzione “Segui” per i loro profili, il che consentirebbe a chiunque, anche ai non amici, di vedere i loro post pubblici e il contenuto della bacheca non protetto. Come annunciato dal blog, le modifiche hanno effetto immediato, con un rollout che partirà dagli USA per poi estendersi anche al resto dei paesi. 

Non solo per la privacy

Come fanno notare gli esperti, la nuova impostazione potrebbe aiutare a Facebook a competere con i social network più giovani, più attenti alla privacy dei minori. Inoltre, inserzionisti e operatori pubblicitari potranno adesso filtrare i contenuti prodotti sulla particolare tipologia di pubblico inserendo, ad esempio, come destinatari di una pubblicità solo i minorenni.

Capire la condivisione

Quando un nuovo iscritto, con meno di 18 anni, si iscriverà al social network, avrà come impostazione predefinita la condivisione dei suoi messaggi con un pubblico limitato, rappresentanto solo dagli amici e non dagli amici degli amici. Se poi l’adolescente decide di cambiare la portata della condivisione si vedrà apparire dei messaggi in pop-up che spiegano cosa vuol dire “pubblico”.

Leggi anche:  smeup per la trasformazione digitale a sostegno delle aziende