Gli stessi hacker di Facebook e Apple violano Microsoft

Alcuni computer di Microsoft sono stati violati sfruttando una falla di Java. I mandanti potrebbero essere cinesi e sembra siano gli stessi che hanno colpito Apple e Facebook

Non c’è pace per le aziende americane. Dopo Twitter, il New York Times e il Wall Street Journal, ora tocca a Microsoft subire l’attacco degli hacker.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato.

Sfruttata una falla in Java

Gli hacker si sarebbero introdotti sfruttando la vulnerabilità di Java, come è successo per Facebook e Apple, riuscendo così a introdursi in qualche computer di Redmond. L’azienda ha comunque fatto sapere che l’attacco ha riguardato un numero “modesto” di PC e che nessun dato utente è stato sottratto. “Questo tipo di cyber-attacchi non è una sorpresa né per Microsoft né per altre compagnie che devono fare i conti con avversari determinati e perseveranti”, ha spiegato Matt Thomlinson, generale manager della Trustworthy Computing Security in Microsoft.

I mandanti dell’attacco potrebbero essere i cinesi, nemici numero uno degli Stati Uniti sul web, o dell’Europa dell’Est.

Leggi anche:  Kaspersky: 100% di efficacia per le sue soluzioni anti-malware nei test SE Labs