Nick Starr cacciato dal ristorante per i suoi Google Glass

L’ingegnere informatico Nick Starr è stato cacciato da un ristorante di Seattle perché indossava i Google Glass

Ancora problemi per i Google Glas, di cui già si parla della versione 2.0. Dopo la multa a Cecilia Abadie per averli indossati in automobile ora arriva la notizia che a Seattle un uomo è stato cacciato dal ristorante per aver utilizzato gli occhiali SMART di Google, che entro il 2018 invaderanno il mondo.

Google Glass e la privacy

L’ingegnere informatico Nick Starr è stato cacciato dal Lost Lake Cafè & Lounge per aver indossato i Google Glass, che saranno dotati anche di normali lenti da vista. Secondo il proprietario del locale, David Meinert, gli occhiali SMART sono uno strumento per violare la privacy dei suoi clienti in quanto permettono di scattare foto e girare video senza che la persona inquadrata se ne renda conto. 

Starr, che si era recato nel ristorante con un’amica, si è difeso affermando che sulla pagina Facebook del Lost Lake Cafè & Lounge si invitava a scattare foto delle pietanze per condividerle su Instagram. Meinert, che aveva esposto un preciso divieto per i Google Glass in un altro locale di sua proprietà, non ha però voluto sentire ragioni e sempre su Facebook ha esplicitato che non vuole occhiali SMART nei suoi ristoranti.

Leggi anche:  Diventare un’azienda ecosostenibile